Print this page
Martedì, 28 Maggio 2019 06:05

Tristemente famosi. Cronache

Written by Maria Luisa Dezi
Rate this item
(0 votes)

 
Oggi le vere star sono i criminali.


Il libro Tristemente famosi (Cronache) è la storia di una giornalista pentita, Laura Dani, meglio conosciuta come Lory Dan che per anni, per fare carriera, è stata complice di un giornalismo che specula sui vizi, che da' fama a personaggi negativi,che mette sotto i riflettori criminali incalliti, anime perse facendone personaggi di successo mediatico. E' quando tutto questo la disgusta che decide di cambiare radicalmente, di lasciare il giornalismo  e di iniziare  a raccontare alcuni casi di cronaca a cui ha assistito. Attraverso queste narrazioni la giornalista ottiene una nuova consapevolezza perché impara dagli errori e a poco a poco riprende in mano la sua vita. L'autrice di questo libro è Paola Galligani. Nata a Firenze nel 1964 è stata attrice di   teatro per dieci anni, ha poi lavorato in tv e al cinema. Scrive narrativa, poesie, opere teatrali e testi di canzoni.
Ora vive e lavora a Roma.


Ciao Paola, ma come ti è venuta in mente l'idea di scrivere questo libro?


Da un altro libro "La via della felicità" e soprattutto da uno dei precetti descritti in quel libro: Da' un buon esempio. Applicandolo nella propria vita uno va verso una vita migliore. Leggendo i giornali, invece, ho notato che sono i criminali quelli che vengono osannati. I Mass Media danno valore non alla capacità umana, al bello ma ad azioni criminali.
Comunque quel libro, oltre al precetto che mi ha ispirato, ne contiene altri 20 che hanno lo scopo di tratteggiare quella che può essere considerata una vera guida basata sul buon senso e ad indicare all'uomo come ripristinare la sua integrità e come riacquistare fiducia in se stesso. Tutto il contrario, insomma, delle storie raccontate nei Mass Media che turbano, creano ansia e ti danno l'idea che puoi ottenere visibilità solo se commetti delle illegalità. Io penso che vogliono documentare il degrado per creare ulteriore degrado. La Via della Felicità è stata scritta
da L.Ron Hubbard, il fondatore della Chiesa di Scientology, ma è un lavoro indipendente. Non fa parte di alcuna dottrina. Lui voleva veramente offrire una soluzione efficace al degrado dell'odierna civiltà e non si può negare che questa non sia sotto gli occhi di tutti. Si può visitare il sito www.laviadellafelicita.org per rendersi conto di persona dell'efficacia di quel  messaggio.


Lo faremo senz'altro, ma tornando al libro: le storie che racconti sono vere o sono inventate?


Sono totalmente inventate, anche se ho preso spunto qua e là da personaggi  che sono diventati appunto tristemente famosi e che sinceramente non si meriterebbero questa fama. Ci sono persone o artisti che invece meriterebbero questa visibilità ma non ce l'hanno. Questa giornalista si rende conto che sta collaborando al successo di qualcosa che è deleterio ed inizia a scrivere alcune storie.


E dov'è il cambiamento? Dov'è la presa di coscienza?


Eccolo! A questi personaggi, infatti, ad un certo punto gli scatta qualcosa, si riprendono, cambiano punto di vista e fanno qualcosa di valido per se stessi o per la società e qui mi rifaccio a La Via della Felicità ed al suo messaggio. Si può invertire il degrado personale e, di riflesso, quello sociale.


Qual è il tuo prossimo progetto?


Non è ben definito ancora, ma voglio continuare a portare avanti questa cosa. Non sono d'accordo, infatti, che vengano premiati personaggi negativi. Voglio far capire che bisogna mettere  in risalto persone che hanno un messaggio di valori positivi. Bisogna diffondere il messaggio de La Via della Felicità per contrastare questo tipo di giornalismo gretto.

Grazie Paola.

 


Questi i siti del libro
www.amazon.it
www.mondadori.it
www.feltrinelli.it
www.ibs.it
www.bibliotecauniversitaria.it

Read 653 times Last modified on Lunedì, 27 Maggio 2019 22:19

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information