flag_rotate-03flag_rotate-02flag_rotate-13flag_rotate-12flag_rotate-09
Sabato 13 Luglio 2013 11:55

Le Resolutiones, il commento di Lutero alle 95 Tesi di Wittenberg

Scritto da  Roberto Fantini

Le Resolutiones,

il commento di Lutero alle 95 Tesi di Wittenberg

Una preziosa occasione per meglio comprendere il cammino della cultura occidentale

 

Tutti, chi più e chi meno, sappiamo abbastanza a proposito delle 95 Tesi di Martin Lutero, del 31 ottobre 1517, e delle conseguenze che ne derivarono. Ma sono ben pochi, al di fuori del circoscritto mondo degli “addetti ai lavori”, ad essere informati in merito ad un’opera scritta subito dopo dal monaco agostiniano al fine di illustrare il giusto significato di quelle Tesi, intitolata Resolutiones (ovvero spiegazioni). Furono soprattutto due le ragioni che indussero Martin Lutero a dedicarsi a questo non piccolo impegno:

1. la consapevolezza che le Tesi da lui enunciate, benché assai chiare, venivano sovente (volutamente o meno) fraintese e/o male interpretate;

2. la speranza disattesa che la loro pubblicazione avrebbe potuto innescare un proficuo dibattito in merito alle questioni a lui tanto care della natura della penitenza * e del valore delle indulgenze **.

La sua, in quel periodo, è senza dubbio una teologia in piena fase di transizione, volta molto più a discutere cha ad affermare (“Discuto, non affermo, e discuto con timore”), volta ad attaccare, soprattutto, tutti coloro che, con mediocre e misero sentimento di “timore di Dio”, ritenevano che sui poteri della Chiesa e del sommo pontefice non fosse possibile discussione alcuna, ma soltanto il “tacere e rendere grazie”.

La pubblicazione delle Resolutiones, quindi, nell’ambito delle “Opere scelte”, ad opera della casa editrice Claudiana di Torino, viene a colmare una rilevante lacuna, permettendo anche al grande pubblico di approdare ad una più completa e corretta comprensione della genesi e della evoluzione del pensiero teologico luterano e regalando, a chiunque nutra interessi di natura storica, uno splendido volume, dall’ottima veste editoriale e intellettualmente assai stimolante.

La versione dal latino è di Angelo Alimonta*** e di Paolo Ricca****. Quest’ultimo ha anche curato la cristallina Introduzione e le numerose e attentissime note.

Sono passati quasi 500 anni - scrive proprio il Ricca – da quando, nell’agosto del 1518, le Resolutiones videro la luce. Allora a Roma l’opera fu accolta male, tanto che (…) non poche delle 41 proposizioni di Lutero che Roma giudicò eretiche e in base alle quali lo scomunicò, erano tratte proprio da questo scritto. Le sue Spiegazioni non sono servite a evitare la scomunica, anzi sembra che abbiano contribuito a determinarla. Tutto, allora, accadde molto in fretta, e la fretta, forse, fu fatale. Oggi tante cose sono cambiate e le Chiese, grazie al movimento ecumenico nel quale tutte, anche se in misura diversa, sono coinvolte, stanno imparando, sia pure a fatica, a “spiegarsi” una con l’altra, come allora cercò di fare Lutero. L’esito di queste “spiegazioni” non è ancora chiaro, ma possiamo sperare che, se non altro, non ci saranno nuove scomuniche. Possiamo anzi sperare qualcosa di più. Nel 2017 ricorrerà il 500° anniversario della Riforma protestante. Potrebbe essere l’occasione per un messaggio congiunto delle Chiese, col quale si dichiarano definitivamente decadute le vecchie scomuniche e ci si impegna insieme, pubblicamente, a muovere i primi passi verso la terza grande riforma della cristianità: quella ecumenica. In quel quadro la voce di Lutero, ascoltata o no, continuerà a risuonare.” (p.27)

Si tratta forse di speranze troppo ingenuamente generose? Certo è che risulta di grande amarezza il constatare come, nonostante le pregevoli aperture di quest’ultimo mezzo secolo, la Chiesa cattolica, che ebbe a dichiarare eretica perfino la tesi luterana secondo cui sarebbe “contro la volontà dello Spirito” bruciare gli eretici, abbia continuato e continui tuttora a ignorare e a vilipendere il valore innovativo e purificatore del messaggio luterano, persistendo nell’indire giubilei dispensatori di indulgenze, nel favorire il culto delle (presunte) reliquie e nel nominare nuovi Beati e nuovi Santi, nonché nel dedicarsi ostinatamente e ostentatamente alla mariolatria (anche la Lumen Fidei si conclude, in modo tradizionale, con la preghiera a “Maria, madre della Chiesa e madre della nostra fede”!).

E infinitamente sconcertante e sconfortante è senza dubbio l’essere costretti a constatare, ancora oggi, come il grosso del popolo dei cattolici continui a non conoscere e a non capire (a non voler conoscere e a non voler capire) i molteplici significati dell’opera svolta da Lutero, continuando, di conseguenza, a praticare un modello di religiosità rimasto quasi totalmente impermeabile alle riflessioni critiche e agli interrogativi sollevati con tanta intelligenza e tanta passione religiosa nelle Resolutiones …

Ma se la prima e vera “preoccupazione di Lutero - come ha ben detto James Atkinson - era di rendere consapevole la cristianità della sua totale defezione dal cristianesimo del Nuovo Testamento e della spaventosa ignoranza teologica” *****, la pubblicazione delle Resolutiones, in un momento storico come quello attuale, così anche gravido di aspettative di rinnovamento, merita di essere salutata come un evento ricco di preziose potenzialità per meglio comprendere alcuni passaggi-chiave del cammino storico-culturale del mondo cristiano e dell’intera società occidentale.

 

*“La vera penitenza … nasce dall’evangelo della giustificazione del peccatore, rivestito gratuitamente, come il figliol prodigo tornato a casa, con il manto della giustizia di Cristo crocifisso e risorto anche per lui.

Paolo Ricca, Introduzione, p.15

**“Sia dannato in eterno ogni discorso che convinca ad avere fiducia e sicurezza in e per mezzo di qualunque cosa che non sia la nuda misericordia di Dio, che è Cristo.”

Spiegazione della Tesi 52, p.335

 

***Angelo Alimonta (1925-2011) ha insegnato Teologia e Filosofia presso il Pontificio ateneo Salesiano di Bollengo (Torino) e in altri atenei cattolici. allontanato dall’insegnamento per le sue posizioni ritenute non abbastanza conformi all’ortodossia cattolica, ha lavorato come parroco a Roma per poi lasciare la Chiesa cattolica. Successivamente è stato pastore riformato in Svizzera, a San Gallo e a Lugano, e ha insegnato Filosofia e Storia delle Religioni presso l’Università popolare della Svizzera italiana. Di lui è uscita postuma, l’opera Fuori dal coro. Spunti per pensare, Salviani edizioni, Bellinzona 2012.

 

****Paolo Ricca, pastore valdese, è stato ordinario di Storia del cristianesimo (1976-2002) presso la Facoltà valdese di Teologia di Roma. È professore ospite del Pontificio ateneo Sant’anselmo di Roma. La Facoltà di Teologia dell’Università di Heidelberg gli ha conferito la laurea honoris causa. Direttore della collana «M. Lutero - Opere scelte», fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: Lutero, mendicante di Dio (Morcelliana, 2010) e La fede cristiana evangelica. Un commento al Catechismo di Heidelberg (Claudiana, 2012).

*****James Atkinson, Lutero la parola scatenata, Claudiana, 1983, p.168

 

Martin Lutero

Le Resolutiones

Commento alle 95 Tesi (1518)

a cura di Paolo Ricca

testo originale latino a fronte

Claudiana-Torino

www.claudiana.it

Per scaricare un brano del volume: http://www.claudiana.it/pdf/9788870169096-saggio.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

Martin Lutero

Le Resolutiones

Commento alle 95 Tesi (1518)

a cura di Paolo Ricca

Traduzione dal latino di Angelo Alimonta e Paolo Ricca

Introduzione e note di Paolo Ricca

“Lutero – Opere scelte” – pp. 480 con 31 illustrazioni nel testo e 9, a colori, fuori testo – euro 29,00

 

 

Paolo Ricca, direttore della Collana “Lutero – Opere scelte”, ha insegnato Storia del cristianesimo presso la Facoltà valdese di Teologia di Roma. La Facoltà di teologia dell’Università di Heidelberg gli ha conferito la laurea honoris causa.

 

Per scaricare un brano del volume: http://www.claudiana.it/pdf/9788870169096-saggio.pdf

 

 

News

COMBATTERE IL TERRORISMO A COLPI DI SOLIDARIETA’

COMBATTERE IL TERRORISMO A COLPI DI SOLIDARIETA’

Dopo la strage di Sousse, centinaia di Algerini hanno promesso di trascorrere le vacanze in Tunisia.   Dopo oltre un decennio di sanguinosi fallimenti della “guerra al terrorismo”, alcune reazioni all'attacco di Sousse, rivendicato dai cartelli del jihad dell'organizzazione del cosiddetto...

Politica Administrator

Continua a leggere

DOLORE E DOLCEZZA NELLE POESIE DI LARA LA “POETESSA DI PARMA E DINTORNI”

DOLORE E DOLCEZZA NELLE POESIE DI LARA LA “POETESSA DI PARMA E DINTORNI”

“CONFINI INFINITI” E’ LA TERZA RAFFINATA RACCOLTA DI VERSI DELLA GIOVANE POETESSA,     “La tristezza è inclusa nel prezzo della vita” “Rallenta con me / senza negarmi interesse/ mentre il mondo impazza di squilibri e di stress. / Rallenta con me/...

Editoria Elisa Starace Pietroni

Continua a leggere

Emozioni e suggestioni del Barocco a Roma tra mostre, concerti e fuochi d’artificio

Emozioni e suggestioni del Barocco a Roma tra mostre, concerti e fuochi d’artificio

La mostra il Barocco a Roma. La meraviglia delle arti si presenta come contenitore sintetico del fenomeno culturale complesso che si è sviluppato nel Seicento. A Palazzo Cipolla l’esposizione, attraverso le opere, ci introduce alla pittura, alla scultura, all’architettura barocche, ma...

App.ti culturali Elena Sidoni

Continua a leggere

QUELLO CHE I NUTRIZIONISTI TELEVISIVI NON DICONO SUL PESCE

QUELLO CHE I NUTRIZIONISTI TELEVISIVI NON DICONO SUL PESCE

  Secondo una prassi ormai consolidata, quando in televisione si parla di alimentazione i nutrizionisti dicono ciò che la gente vuol sentirsi dire, celando volutamente gli aspetti negativi di certi prodotti che infastidirebbe un pubblico che vuole avere buone notizie sulla...

Salute Franco Libero Manco

Continua a leggere

L’Isola del Cinema: la grande kermesse dell’estate romana torna ad animare le sponde del Tevere

L’Isola del Cinema: la grande kermesse dell’estate romana torna ad animare le sponde del Tevere

“Quando ho pensato di dedicare questa edizione de L’Isola del Cinema al tema della Luce, naturalmente avevo in mente l’invenzione dei Fratelli Lumière di 120 anni fa…quei fratelli che avevano nel loro nome un destino legato alla Luce”. Così Giorgio...

Cinema - teatro Administrator

Continua a leggere

A FIRENZE LA 81^ EDIZIONE DI PITTI BIMBO. IL DEBUTTO DI LICIA JULIA CAVALIERE, STILISTA DA OFFSHORE

A FIRENZE LA 81^ EDIZIONE DI PITTI BIMBO.  IL DEBUTTO DI LICIA JULIA CAVALIERE, STILISTA DA OFFSHORE

  FIRENZE – Alla 81^ edizione di Pitti Immagine Bimbo che si svolge in questi giorni a Firenze, (dal 25 al 27giugno), 446 collezioni, delle quali 207 estere, presentano l’anteprima dell’abbigliamento dei bimbi e dei ragazzi per la primavera/estate 2016. La...

Moda Elisa Starace Pietroni

Continua a leggere

A Roma la grande festa itinerante del cinema: CityFest

Una grande festa del cinema che coinvolgerà l’intera città di Roma. Questo è il progetto CityFest, organizzato dalla Fondazione Cinema per Roma, presieduta da Piera Detassis, e curato da Mario Sesti, Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, che vedrà diversi centri...

Cinema - teatro Administrator

Continua a leggere

KURDISTAN, TRA ASPIRAZIONI E DIVISIONI

Iraq, Iran, Siria, Turchia: l'unione contro i cartelli del jihad non appiana le divergenze tra i vari gruppi   Nonostante il successo elettorale in Turchia del Partito Democratico del Popolo (HDP - Halklar?n Demokratik Partisi), nato su temi come la giustizia sociale...

Politica Administrator

Continua a leggere

Convegno Ambiente, Alimentazione, Salute e Benessere. La conoscenza che migliora la qualità della vita.

Convegno Ambiente, Alimentazione, Salute e Benessere. La conoscenza che migliora la qualità della vita.

Giovedì 11 giugno, nella sala Santa Maria in Aquiro, presso il Senato della Repubblica si è tenuto il Convegno Ambiente, Alimentazione, Salute e Benessere organizzato da Forza Italia e l'Unione degli Osteopati Italiani. Il convegno, condotto dal Senatore Domenico Scilipoti...

Salute Administrator

Continua a leggere

Un giornalista folgorato sulla via di Damasco

Un giornalista folgorato sulla via di Damasco

Intere famiglie vivono in strada, donne, uomini, bimbi con cui si cerca di instaurare un rapporto per poi portarli sotto un tetto.   È questa la testimonianza di chi ha scelto di vivere presso la Casa Famiglia “Oasi della Divina Provvidenza” a...

Spiritualitá Administrator

Continua a leggere

 

violo1

antonio

mironov1

notizie nazionali def

logo .net 2

matteobarale logo212

da