Print this page
Venerdì, 29 Settembre 2017 18:33

LA FINE DELL'ILLUSIONE

Written by Marco Rinaudo
Rate this item
(0 votes)

La Grande promessa di progresso illimitato è finita con il riferimento al dollaro: Prima del 1971 per tutti i mercati il dollaro era legato all'oro e le altre monete legate al dollaro. Gli Stati Uniti potevano battere valuta se avevano l'equivalente valore in lingotti d'oro nelle proprie casse. Questo era il pilastro degli accordi costruiti nel 1944 a BRETTON WOODS. poi accadde che l'America dovete affrontare impegni importanti, come la guerra in Corea, quella nel Vietnam, gli aiuti al terzo mondo, insomma con queste uscite fu costretta a stampare dollari più di quanto oro ci fosse a FORT KNOX:.Nixon nell'Agosto del 1971 comunicò unilateralmente di voler abolire la conversione del dollaro in oro. La decisione sui mercati internazionali ebbe l'effetto di una bomba atomica; il presidente degli Stati Uniti concluse il discorso dicendo:”Questa misura non ci procurerà amici tra gli speculatori internazionali”. Poteva ora battere moneta liberamente, senza più restrizioni, e l’America invase il mondo di dollari. Per un po’ fu scompiglio, poi però i mercati si riequilibrarono. La moneta sovrana stampata liberamente dallo stato creava benessere perché si potevano costruire scuole, strade, ospedali, senza badare al debito pubblico, perché in realtà il debito non era un debito dello stato, visto che era lo stesso governo ad averlo contratto: I cittadini potevano soltanto arricchire, il debito non era altro che un numero su un foglio conteggiato dalla Banca Centrale. Nessuno avrebbe chiesto di saldarlo, era soltanto un numero. Una cosa è certa; che i cittadini sono lo stato. Gli ospedali vengono costruiti per loro, i soldi che spendono dove vanno a finire? Ovviamente nelle tasche dei cittadini, arricchiscono gli imprenditori, gli operai, che poi con i soldi in tasca comprano beni, Auto, Mobili, case….: questo è il benessere. I tedeschi per primi hanno approfittato di questo vantaggio e sono diventati la prima potenza economica europea. Naturalmente la moneta sovrana ha messo alle corde gli speculatori finanziari rappresentati dalla elite dei miliardari. Ecco che, così, dagli stessi è stato inventato il debito pubblico e messa a punto la teoria dello Stato che deve prima incassare e poi spendere per i cittadini.

Se poi lo stato vuole essere anche virtuoso, deve spendere meno di quello che incassa e per spendere meno di ciò che entra deve operare tagli alle spese sociali e naturalmente aumentare le tasse. Questo il loro gioco perverso?.

E' tutto scritto sui dossier. Queste leggi economiche sono state imposte in tutte le università del mondo, ecco perché anche noi pensiamo che il debito pubblico sia un debito da assolvere da tutti noi con i sacrifici impostaci. Ma se la valuta fosse sovrana, cioè se lo stato fosse libero di stamparla, non ci sarebbe nessun debito pubblico. Il Giappone ha il 240% di debito pubblico rispetto al suo PIL. ma ha zero disoccupati e la sua economia, tra alti e bassi va a gonfie vele, gli Stati Uniti riuscirono ad uscire dalla crisi negli anni 70 in questo modo: Ci si chiederebbe allora che fine faccia l’inflazione ma,anche questa è una bufala. L'inflazione si combatte equilibrando l'emissione della moneta con i beni prodotti: L'inflazione è lo spauracchio che agitano gli economisti che fanno il gioco dei potentati bancari, il Bilderberg.

L'apoteosi della truffa si è compiuta un decennio fa. Per essere sicuri che gli stati non spendano più a debito, cioè a favore dei cittadini, il Bilderberg ha inventato il mezzo per togliere di mezzo le monete sovrane come la lira, il marco, il franco, la dracma ecc.... e per far ciò cosa hanno creato? hanno introdotto L'euro. L'euro è la truffa del secolo ai danni dei cittadini europei, l'ideale di un'Europa unita è un imbroglio madornale. Hanno voluto realizzare la moneta unica per sottomettere i popoli. Gli inglesi, da vecchi corsari, non ci sono cascati e hanno tenuto sempre come parametro la Sterlina.

Quando non c'è più la moneta sovrana, sostituita da una moneta unica come l'euro, gli stati spendendo contraggono debito: un debito con la Banca Centrale Europea. Così ci hanno incastrato e incarcerato. Quando non c'è più la moneta sovrana perché sostituita da una moneta unica gli stati si indebitano con la Banca Centrale, questa è la realtà. E' in questo modo che molti politici di ogni nazionalità hanno incastrato i loro popoli. Non avendo più sovranità monetaria, li hanno assoggettati all'euro.

Passiamo alle banche, a cosa servono? A cosa servono se danno danaro solo a coloro che già li hanno, negandoli a chi ne ha realmente bisogno? Utilizzano i risparmi dei correntisti senza dare interessi per agevolare i loro clienti privilegiati. Non danno nessun interesse ai correntisti, anzi gli fanno pagare loro anche i servizi per i loro depositi. Allucinante vergogna! E se vanno in sofferenza i cittadini pagano per loro. Strozzinaggio puro: prepotenti con i deboli e sudditi dei potenti, che sono poi coloro che non pagano i debiti e creano le sofferenze. VERGOGNA!

Read 7776 times Last modified on Sabato, 30 Settembre 2017 14:35

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information