L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

150 milioni di euro per la crescita agroalimentare

By Natalino Ventrella January 29, 2017 10876

SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti) e Banca Akros (Gruppo Banco BPM) hanno annunciato un importante accordo di collaborazione per sostenere la crescita internazionale delle eccellenze italiane del settore agroalimentare, mettendo a disposizione un pacchetto di soluzioni assicurativo-finanziarie per valorizzare i beni a magazzino e 150 milioni di euro di nuovelinee di credito da destinare a percorsi di sviluppo estero.

Grazie all'accordo – rivolto in particolare alle aziende di media dimensione (Mid-Cap) ed estendibile anche ad altri comparti di punta del Made in Italy (come quelli dei gioielli, delle pelli, del legno, della farmaceutica e della chimica) – le imprese interessate potranno accedere a condizioni vantaggiose a finanziamenti anche consortili, organizzati da Banca Akros e garantiti da SACE, per supportare investimenti per la crescita internazionale ed esigenze di capitale circolante; potranno noltre beneficiare degli strumenti assicurativo-finanziari sviluppati da SACE a protezione del business come le coperture contro i rischi di mancato pagamento dei crediti commerciali, i rischi tecnologici e di deterioramento del magazzino.

La prima operazione realizzata nell’ambito dell’accordo riguarda una realtà d’eccellenza del settore lattiero-caseario: Ambrosi Spa, azienda bresciana leader in Italia e all’estero nel segmento premium del mercato dei formaggi tradizionali italiani (tra cui Grana Padano DOP e Parmigiano Reggiano DOP), ha ottenuto, grazie alla collaborazione tra Banca Akros e SACE, un finanziamento in pool da 13 milioni di euro destinato a sostenere l’approvvigionamento delle materie prime, nonché lo sviluppo del magazzino prodotti finiti, per crescere ulteriormente nei mercati esteri, con particolare attenzione a quelli francese e statunitense.

L’operazione prevede anche la collaborazione del Consorzio per la Tutela del Grana Padano, sempre disponibile ad operare a favore del sistema e dei propri consorziati, e potrà, inoltre, sfruttare la nuova garanzia del Pegno Mobiliare non Possessorio recentemente introdotta dal legislatore e iscrivibile sul magazzino di prodotti DOP.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Monday, 30 January 2017 12:14
© 2022 FlipNews All Rights Reserved