L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

La sede Inps di Roma Monteverde è al collasso.(Video)

By Virgilio Violo e Hamid Masoumi February 17, 2019 11270

I dipendenti della sede INPS Monteverde di Roma dal 7 gennaio sono in agitazione, le assemblee sono  quotidiane e i dipendenti e le sigle sindacali  rivendicano la centralità della funzione del servizio pubblico dell’ente.  Per gli utenti la fila avanti alla sede per il disbrigo delle pratiche inizia alle sei del mattino, scene apocalittiche. Inevitabili le conseguenze sul servizio al pubblico, in particolare agli sportelli. Pratiche che vengono evase dopo mesi e mesi, addirittura anni, con tutto ciò che ne consegue per il disagio, non solo morale, ma anche economico (310.000 abitanti circa). La sede (53 dipendenti in totale) è al collasso e nulla viene fatto dalla dirigenza dell’ente per sopperire a questo grave disagio che da tempo viene segnalato e denunciato.

 

La situazione per una sede considerata di frontiera non è  più sopportabile. Sia per i dipendenti che per l’utenza. Inevitabile il corto circuito tra la domanda di prestazioni da parte di una utenza quantitativamente e qualitativamente rilevante e la scarsità dei dipendenti. Lo stato di agitazione continuerà finché non ci saranno cambiamenti concreti da parte dell’istituto. Per il momento l’unico cambiamento certo è “quota cento” e “ reddito di cittadinanza” che vedranno, come se non bastasse, l’esodo di alcuni dipendenti, per cui l’organico diminuirà di almeno 10 unità, scendendo da 53 a 43 circa. A tutto ciò va aggiunto il decurtamento dello stipendio ai medesimi dipendenti da circa due anni per non raggiungere i risultati prefissi dalla dirigenza. La miscela è esplosiva. Nel loro comunicato la RSU lavoratrici e lavoratori INPS della Sede di Roma Monteverde sottolineano che la richiesta è assolutamente superiore rispetto alla risposta che si è pronti a dare e che  “la dignità non ha prezzo“.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Sunday, 17 February 2019 16:36
© 2022 FlipNews All Rights Reserved