L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

GIOVANNA NOCETTI, in arte Giovanna, una voce, una musicista,  una professionista, un talento.

By Marzia Carocci July 25, 2022 1093

Fonda nel 1980 l'etichetta KICCO MUSIC e si dedica alla musica operistica e classica con successo.

 

Giovanna Nocetti in arte Giovanna, cantante, produttrice discografica e direttore d'orchestra.

 

Una donna eclettica, energica, ricca di phatos e cultura. Sempre attuale, nuova, con mille interessi che porta avanti con grande determinazione e ottimi risultati. Una professionista italiana che brilla fin dagli esordi in un crescendo artistico che l'ha resa quello che è. Una stella che brilla e da lustro nazionale fin dalle sue prime apparizioni. Presente in molti programmi televisivi che le danno ulteriore notorietà non solo come grande e indiscussa artista, ma anche come donna intelligente e sensibile sempre pronta a nuove emozioni che con classe e professionalità elargisce al pubblico.  Decisa, coerente, forte, ricca d'iniziativa e di impegni non indifferenti.

Ha scritto composizioni liriche per opere di solisti portate in teatri sparsi in tutta Italia, famose le sue composizioni religiose, fra tutte quella a lei commissionata in occasione del Giubileo del 2000 e ha composto una Ave Maria in dedica al Papa Giovanni Paolo II. Potremmo andare avanti per ore per illustrare tutto il suo panorama artistico ma preferiamo chiedere a lei direttamente alcune notizie.

 

D- Buongiorno Giovanna, è così grande il panorama artistico che ti compete da renderci curiosi della tua prima volta sul palco. Puoi raccontarcelo? 

R-       La prima volta è come il primo amore, non si scorda mai!  “Sono nata a Viareggio qualche anno fa! Come molti ragazzi di allora, si cantava nel coro dell’oratorio e, per la mia altezza venivo sempre messa in fondo, ma in fondo in fondo e dunque, non vedevo mai il pubblico, però per farmi notare cantavo a squarcia gola facendo innervosire la nostra Suor Angelica  che  un giorno per punirmi mi disse che potevo stare nel gruppo ma senza aprire bocca. Nooooo!  A quel punto, con le orecchie basse, annuii e mi misi in silenzio in fondo. La domenica , con la chiesa piena di genitori, al momento di iniziare il t’adoriam Ostia Divina con un balzo superai tutti i ragazzi e mi misi a cantare sotto lo sguardo attonito di Suor Angelica e quello divertito di mia mamma! Ecco questa è stata la mia prima esibizione.

 

 

D- Le tue esperienze professionali sono diverse di stili e di scelte. In quale "veste" ti senti più comoda?

 

R-       Ma guarda, io mi sento a mio agio in ogni circostanza. Quando ho iniziato a studiare canto e chitarra ho capito che la strada intrapresa era un’autostrada con uscite, entrate, piazzole di sosta, autogrill e mille altre strade e vicoli,  così per la mia innata curiosità di apprendere ho imparato a percorrerli tutti studiando attentamente i percorsi. Devo dire che mi ha aiutato molto la fortuna e la voglia di scoprire altri mondi! 

D- E' risaputa la tua grandissima e bellissima amicizia con lo scomparso Paolo Limiti. Cosa ti ha lasciato interiormente quell'uomo dalle grandissime capacità critiche e di animo sensibile? 

R-       Proprio come dici tu, mi ha lasciato radicato nella memoria la capacità di criticare anche me stessa, mi ha insegnato come si prepara uno spettacolo, come si compone una canzone, come si deve amare la vita e il prossimo. Insomma per me Paolo è stato più di un fratello. 

D- Vuoi dirci come hai avuto l'idea di fondare  la"Kicco Music"? Quante opere sono state prodotte? Ha anche il canale Youtube?

 

R-       Dalla mia solita curiosità di tracciare nuovi sentieri. Andai a teatro ad ascoltare un controtenore, rimasi affascinata dal timbro della voce di questo cantante che con soavità cantava “Lascia ch’io pianga” un’aria di Haendel. Mentre lo ascoltavo pensavo che avrei potuto farlo conoscere al pubblico se avessi avuto una casa discografica. Pensato e fatto. Dopo due giorni nacque la Kicco Music e la prima produzione fu proprio “L’amante mia” un long Playng di musiche barocche cantate da Giuseppe De Vittorio e Tony Florio oggi famosi in tutto il mondo.

La kicco Music ha prodotto più di 100 opere in audio e circa 40 i video. Il canale youtube  è www.kiccomusic.com e kiccomusicvideo.com

 

D- Quanto hai dovuto sacrificare per essere ciò che sei? Quanto invece ti ha regalato questo tuo impegno costante e duraturo nel tempo?

 

 

R-       Ma, in realtà non ho sacrificato niente perché ho sempre fatto con amore tutto ciò che riguardasse la musica, la cultura e il bel canto, non considerando sacrificio tutto il lavoro che ho fatto, come viaggi,  registrazioni, montaggi delle opere eccetera. 

D-  Cosa ne pensi dei Talent Show? 

R        E’ un business che non condivido perché arricchisce solo chi genera illusioni ai giovani cantanti e ai musicisti. 

D- So che hai imminenti impegni riferiti a un Festival lirico "Trisulti all'opera" dove tu dirigerai diverse voci. Vuoi parlarcene? 

R        Mi occupo da circa 20 anni di regie liriche. Nell’ambito del festival Lirico di Trisulti che reputo particolarmente importante data la sua storia, sono stata invitata dal direttore artistico M° Davide Dellisanti per fare la regia di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni nell’anno del centenario  della morte di Giovanni Verga, autore della novella da cui l’opera è tratta.

Questa Cavalleria vanta un cast di prim'ordine   (Carmela Apollonio, Angelo Forte, Maria Ratkova, Giacomo Medici, Valentina Pennacchioni)  Dirige il M° Davide Crescenzi.  Ecco, per me essere presente in questo festival mi rende felice. 

D- Una domanda comune ma non scontata: cosa rifaresti e cosa non rifaresti più? 

R-       Si, è scontata ma perfettamente adatta alla mia follia! Rifarei tutto, anche gli errori che al momento non ricordo ma ce ne sono molti. Ogni volta che faccio una cosa bene mi dico subito che avrei potuto farla meglio e per quanto riguarda gli errori……ne riparliamo nella prossima intervista!

 

D- Cara Giovanna, questa è la "domanda bianca" che pongo a tutti gli artisti. Si tratta di uno spazio libero dove potrai dire, comunicare, annunciare tutto quello che vuoi. Uno spazio aperto all'artista perché l'arte in genere NON dovrebbe avere catene, né di parola, libertà di espressione e di manifestazione.

A te la parola, ma prima... grazie... grazie... grazie. 

 

R-       Mi chiedo spesso come mai molte mie colleghe anche più grandi di me (come età) siano sempre in rai ed a me dicono  “Stiamo facendo un programma per i giovani e lei non ha quel target”   Sic!  Secondo me non ho l’appoggio giusto!

Lavoro e canto  da 6 anni a TV2000, sono stata riconfermata anche per il prossimo anno e questa riconferma mi riempie di gioia.

Sto portando in giro per l’Italia alternando due spettacoli  Giovanna Omaggio a Milva e Giovanna Ieri e Oggi riscuotendo un successo di pubblico e di critica e facendo sold out da per tutto.  Queste sono soddisfazioni impagabili.

Grazie lo dico io a te per aver ascoltato   con pazienza una giovanissima signora che ogni mattina reinventa la vita, la musica, il canto.

Cosa dire di Giovanna? meravigliosamente "eterna" come tutto ciò che ha prodotto e continua a produrre. Una grande artista che per amore dell'arte ne rivive giornalmente il respiro, la storia, l'incanto...

 

Marzia Carocci

                                                                  

 

 

 

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Monday, 25 July 2022 22:00
© 2022 FlipNews All Rights Reserved