L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Un caffè con Matilde Brandi -  ieri e oggi fra passi di danza e copioni

By Marzia Carocci September 07, 2023 592
Matilde Brandi Matilde Brandi

 

Matilde Brandi-  Ballerina, attrice di cinema, televisione, teatro e conduttrice.
Empatica con il pubblico, professionale e mai démodé.
Tanti anni di carriera; all'attivo film, serie tv, spettacoli d'intrattenimento, conduzioni televisive e sempre successi meritati.

Facciamo due chiacchiere con lei ringraziandola della sua piena disponibilità.
 
Intanto grazie Matilde, grazie per avere accettato la mia intervista che vuole essere un deterrente a farti conoscere oltre la pellicola, la carta stampata, oltre l'indubbia e palese bravura che tu da anni dimostri.

D-   Vuoi parlarci dei tuoi esordi?

R-Io sono diplomata ballerina classica, mi scelsero per il programma "torno sabato"  come prima ballerina e da lì, non ho più smesso di fare i grandi show del sabato sera

D- tante forme artistiche, tanti riflessi diversi nel mondo dello spettacolo, hai dentro di te qualcosa che porti nel cuore che sia una soddisfazione, un sogno realizzato, una vittoria personale?

R- Si, quando Raffaella Carrà mi consacrò e mi disse che avrei avuto una grande carriera studiando ed utilizzando il mio talento. Ciò mi fece un grande piacere e mi regalò un enorme soddisfazione.

D- Hai certamente ricevuto tanti meritati successi ma c'è qualcosa che ti ha deluso?: che cosa?

R- Delusa da  niente, mi piacerebbe però come ho spesso detto fare l’insegnante ad Amici oppure condurre uno show tutto mio

D- La tua professionalità va sicuramente oltre al tuo essere portata allo spettacolo, sicuramente è anche frutto di studio e d'impegni costanti. Vuoi dare un consiglio, grazie alla tua  esperienza alle ragazze che vogliono seriamente avvicinarsi al mondo dello spettacolo?

R- Il mio primo consiglio  è quello di studiare, studiare, studiare e di non basarsi sui social che certo al giorno d’oggi sono importanti, ma rimane fondamentale studiare e coltivare le proprie passioni e i propri talenti

D-  So che hai diversi spettacoli teatrali in cantiere: Vuoi dirci di cosa si tratta? altre novità?

R- Si, sarò in scena in tutta Italia con lo spettacolo “Una come me” di Salvatore Buccafusca regia di Francesco Branchetti scritto da Mauro Graiani; rappresenterò una persona che soffre di schizofrenia; si tratta di  una commedia divertente, ironica ma che fa anche molto ragionare e riflettere su questa problematica.
Inoltre, debutteremo nel mese di  gennaio a Milano con Hairspray il musical, sognavo tantissimo di  di fare questo tipo di esperienza che finalmente è arrivata.  Sarò una delle protagoniste; Welma, la crudele Welma...

D- fra il cinema e il teatro, definisci il tuo sentire attraverso queste due forme d'arte.

R- il teatro è lo tare a contatto col pubblico, li senti, li vedi e  li abbracci con le parole
Il cinema è più distaccato ma arriva forse a più persone.

D- Non tutto è oro che luccica: ogni mestiere ha i suoi pro e i suoi contro. Vuoi dirci della tua esperienza in tanti anni di carriera?

R- Il mondo dello spettacolo? è tanto sacrificio e  tante persone che si spintonano per arrivare prime, una giungla diciamo se vogliamo fare un paragone figurato,  ma, se ti sai trovare il tuo spazio in maniera onesta e limpida, ci sono solo pro  tutto procede come deve.

D- Cara Matilde: hai a disposizione lo spazio per dire ciò che vuoi e a chi vuoi.
    Comincia da qui..

.
Voglio dire a tutte le persone che mi seguono e che mi vogliono bene, un grande grazie: andate al teatro andate al cinema, facciamo tutti insieme  che lo spettacolo italiano e no, non si fermi mai...



Grazie di cuore, grazie per esserti ancora una volta data al tuo pubblico

Rate this item
(1 Vote)
Last modified on Thursday, 07 September 2023 07:04
© 2022 FlipNews All Rights Reserved