L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 9^ giornata del campionato di Serie A: 2023/2024

By Rino R. Sortino October 24, 2023 499

Nelle altre gare, la Roma ottiene i tre punti (solo al  novantesimo minuto), con El Shaarawy contro un Monza molto determinato, nonostante fosse rimasto in dieci uomini dal 41′ del primo tempo. La Roma   ha  fatto del suo meglio e ha anche colpito due pali, ma ha giocato senza la giusta convinzione.  La prima  rete  in questa stagione di  El Shaarawy  (che in settimana aveva  ricevuto le accuse di Fabrizio Corona sul calcioscommesse, poi rivelatesi false) ha portato alla Roma tre punti importanti per rimpinguare la sua classifica. Josè Mourinho nei minuti di recupero si è fatto espellere per un battibecco con la panchina dei brianzoli. Le mala lingue dicono che l’abbia fatto apposta per non essere presente in panchina nel prossimo match contro la sua Inter, ma sembra una tesi campata per aria.

Il Bologna  batte anche il Frosinone e si porta a ridosso della zona Europa.  I rossoblù devono sudare fino alla fine per avere la meglio su un coriaceo Frosinone. La partita  ha  il suo momento determinante  nei  tre minuti a metà del primo tempo: al diciannovesimo  minuto  c’è il gol di Ferguson, di ginocchio, al termine di una insistente azione dei bolognesi,  al ventiduesimo si assiste al  raddoppio degli emiliani con  De Silvestri, che realizza con un incredibile  gol di testa da fuori area.  Al diciottesimo minuto della ripresa, il VAR  rileva  un rigore per il Frosinone, trasformato da Soulè. I ciociari insistono nel loro forcing e vanno  vicini al pareggio, ma anche i felsinei hanno l’occasione del 3-1 con Orsolini.

Nello scontro diretto tra Salernitana e Cagliari,  i sardi si portano in vantaggio per due volte e già pregustavano la vittoria, ma grazie ai gol di  Dia, la Salernitana riesce ad evitare la sconfitta. Pippo Inzaghi riesce così ad esordire positivamente sulla panchina dei campani. Nel derby toscano, la Fiorentina perde clamorosamente in casa contro l’Empoli. La squadra azzurra realizza i suoi gol con Caputo nel primo tempo e Gyasi a fine ripresa. La Fiorentina in questo incontro è apparsa la brutta copia della squadra spumeggiante  di questa prima parte di stagione.

Ecco i risultati della 9^ giornata del campionato di Serie A

VERONA-NAPOLI 1-3     TORINO-INTER 0-3    SASSUOLO-LAZIO 0-2

ROMA-MONZA 1-0     BOLOGNA-FROSINONE 2-1    SALERNITANA-CAGLIARI 2-2

ATALANTA-GENOA 2-0     MILAN-JUVENTUS 0-1    UDINESE-LECCE 1-1

FIORENTINA-EMPOLI 0-2

Il Napoli supera (3-1) l’Hellas Verona al Bentegodi. Parte meglio il Verona con Meret che respinge i tentativi di Dawidowicz e Magnani su due angoli nel giro di un minuto, poi I partenopei  ritrovano gioco e convinzione.  Al 27′ del primo tempo  il Napoli si porta in vantaggio: Raspadori pennella un cross sul secondo palo per un liberissimo Politano che deposita la palla in rete. Con il passare dei minuti gli azzurri prendono campo, mentre il Verona arretra il baricentro e si chiude. Al 44′ il raddoppio a seguito di un contropiede perfetto. Politano serve Kvara che  entra in area e dopo essersi liberato di un difensore  punisce il portiere Montipò sul primo palo. Nel secondo tempo al 55′ il Napoli va ancora in gol.  Su un capovolgimento di fronte  Kvara (ancora su assist di Politano)  con la palla al piede, si dirige verso l’area veneta, dribbla Magnani e mette a segno la sua doppietta personale. Passano pochi minuti e l’Hellas accorcia le distanze. con un bolide di Lazovic, che batte Meret. Con questa vittoria Garcia rinsalda la sua panchina, che era stata messa in discussione dopo le due sconfitte consecutive. Per nessun allenatore sarebbe stato facile subentrare dopo una grande stagione come quella passata.

La Lazio si impone a Reggio Emilia contro il Sassuolo per 2-0 al termine  di una prova convincente. Si decide tutto nei primi 45 minuti di gioco, con i biancocelesti che schiacciano il Sassuolo nella propria metà campo. La squadra di casa  commette  una  serie di errori difensivi e da uno di questi  al 28’ concede la rete ai biancazzurri: Castellanos   crea un assist  per Felipe Anderson che in corsa  batte Consigli. Poco  più tardi  al 35′ a seguito dell’ennesimo svarione in area del Sassuolo,  Tressoldi rinvia malissimo, Castellanos aggancia e serve Felipe Anderson. Questi dalla destra crossa in mezzo e Luis Alberto è lesto a battere Consigli sull’uscita. Nella ripresa il risultato non cambia,  nonostante i due pali della Lazio, colpiti uno  con Cataldi e uno con Zaccagni.  La Lazio con questa vittoria ottenuta  in soli sette minuti nel primo tempo, dimostra  di aver appreso alla perfezione, le idee tattiche di mister Sarri.

L’Inter vince sul campo del Torino per 3-0.  All’Olimpico nel primo tempo sono i granata a creare  le azioni più pericolose. Nel secondo tempo Schuurs lascia il campo in lacrime ed in barella, per un problema al ginocchio. L’infortunio è determinante in quanto  Schuurs aveva giocato benissimo, proprio su Thuram, pulito, puntuale e concentrato, l’esatto opposto di Sazanov, che lo ha sostituito. Il secondo tempo inizia con il  Torino ancora in pressione,  a quel punto Inzaghi decide di sostituire Barella, Pavard e Dimarco e fa entrare Dumfries, Frattesi, e Carlos Augusto.  I cambi si rivelano  all’altezza della  situazione e appena  in campo, Dumfries al 59′  serve  Thuram in mezzo all’area,  che batte il portiere Milinkovic.  I granata accusano il colpo  e al 67′  sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva  il raddoppio:  Acerbi tocca sul primo palo  per Lautaro  che realizza di testa- Al 94′  l’Inter è ancora in gol: accelerazione  di Mkhitaryan  con il conseguente  fallo di Ilic in area.  Sul dischetto  Calhanoglu trova l’angolino basso e realizza il 3-0  definitivo.  Per Lautaro Martinez è il suo 11esimo gol in campionato e il  32esimo nel  2023, le statistiche dicono che solo Haaland  centravanti del Manchester City  ha fatto meglio di lui in Europa nell’anno in corso.

La Juventus  sconfigge 1-0 il Milan a San Siro. I rossoneri  iniziano con grande aggressività e al 14esimo  a seguito di  una grande azione di Leão sulla sinistra, la palla  arriva a Giroud,  che effettua   un gran tiro  parato  da Szczesny  Con il passare dei minuti la partita si fa più equilibrata e al 39’ si verifica l’episodio che cambia la partita: su scatto di Kean, interviene Thiaw  e  il suo anticipo, errato,  fa cadere l’attaccante juventino  a terra. Dal momento che  è chiara occasione da gol, l’arbitro  Mariani  espelle Thiaw. La  Juventus  riesce a sfruttare la superiorità numerica solo  al 63′ con un gran tiro dalla lunga distanza di Locatelli che (colpendo  involontariamente Krunic),  spiazza l’incolpevole  portiere Mirante. Nel finale sono ancora  i piemontesi a sfiorare in tre occasioni il raddoppio.  La Juventus  dopo questo successo, lancia la sua candidatura alla vittoria finale di questo campionato.  Il Milan nonostante la sconfitta, non esce ridimensionato: la squadra ha tenuto bene il campo e anche in 10 non si è mai fatta schiacciare.

 L’Atalanta batte 2-0 il Genoa e si conferma insuperabile in casa dove  nessuna squadra è ancora riuscita a segnarle . Nel primo tempo  I bergamaschi  costruiscono  una serie di azioni pericolose,  ma le parate del portiere genoano  Leali contribuiscono a tenere inviolata la porta rossoblù. Al 68′   Lookman  controlla  il pallone in scivolata al limite dell’area piccola, poi da terra la mette in rete. L’arbitro Marinelli in un primo momento   annulla il gol, poi il  Var lo  convalida.  Una volta in svantaggio,  il Genoa  cerca di  reagire e in pieno recupero c’è la grande occasione  con  Puscas,  ma  il portiere Carnesecchi   riesce ad opporsi.  Sul ribaltamento di fronte in contropiede,  Pasalic serve Ederson che con un preciso diagonale  di destro trova l’angolino. La vittoria dell’Atalanta è meritata, nonostante il  Genoa abbia  lottato fino alla fine per fare la sua partita.  

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved