L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 22.a giornata di calcio di Serie A. Stagione 2023-2024 

By Rino R. Sortino January 30, 2024 100

Nella 22.ma giornata di Serie A, il Torino batte per 2-1 il Cagliari. I sardi avrebbero voluto onorare la memoria di Gigi Riva, nel modo migliore con una vittoria, ma si sono trovati di fronte una squadra ostica. ll Torino parte forte ed è aggressivo con il Cagliari che si schiaccia all’indietro. Nel primo tempo i sardi resistono per venti minuti, poi al (23′) i granata passano in vantaggio: a seguito di un triangolo con Vlasic, Bellanova dopo una grande azione sulla destra, crossa e Zapata realizza con grande coordinazione. Il secondo gol si sviluppa al (48′): Ricci dopo un lancio di Lazaro, salta un avversario, si accentra, elude l’intervento di Dossena e batte Scuffet. Nella ripresa i padroni di casa reagiscono e accorciano le distanze con una prodezza di Viola al (77′). Questi riceve direttamente da fallo laterale e dopo essersi liberato dell’intervento di Rodriguez, con un sinistro a giro firma una rete spettacolare. Nel finale i sardi non riescono a completare la rimonta nonostante il forcing finale. Con questa vittoria i granata agganciano momentaneamente il Napoli a quota 31 punti, a ridosso della zona valida per l’Europa. 

L’Atalanta batte 2-0 l’Udinese. Al Gewiss Stadium nel primo tempo la Dea domina il gioco, con De Ketelaere che calamita tutti i palloni. Fino alla mezz’ora la gara resta in equilibrio, poi al 33’ l’Atalanta va in vantaggio: Ruggeri e De Ketelaere costruiscono una bella azione che parte dalla loro area di rigore, si sviluppa in fascia e Miranchuk è bravo a inserirsi e a realizzare di sinistro. La Dea raddoppia nel recupero: sugli sviluppi di una rimessa laterale, Holm dopo aver ricevuto il pallone passa a De Ketelaere che dalla fascia incrocia sul palo opposto dove Scamacca batte Okoye con un potente rasoterra. L’Atalanta nella ripresa rischia perchè si abbassa troppo, sopra tutto nel finale, ma riesce a portare a termine il risultato. Per l’Udinese è una sconfitta, che lascia invariata la sua deficitaria classifica, in attesa degli scontri diretti alle porte, nel mese di febbraio. L’uomo copertina dell’incontro è De Ketelaere, autore di due assist e di una prestazione di alto livello. Se si pensa che il Milan non ha avuto fiducia in lui e lo ha ceduto all’Atalanta, questo per lui è l’anno della sua rivincita personale . 

Finisce 2-2 a San Siro l’incontro tra il Milan e il Bologna. Emiliani in vantaggio al 29′: dopo una serie di passaggi in una fase d’attacco del Bologna, la palla arriva a Zirkzee che di piatto la infila in rete. Al 42′ è assegnato un calcio di rigore al Milan ma Giroud lo sbaglia. Il pareggio per il Milan arriva al 45’ a seguito di un cross basso e forte di Calabria, Loftus-Cheek insacca da due passi. A inizio ripresa crescono nuovamente i rossoneri. Rejnders colpisce la traversa , poi al 74′ il Milan spreca nuovamente un calcio di rigore dagli undici metri: Hernandez tira sul palo, poi tocca per primo la palla, che termina in rete dopo un rimpallo. L’arbitro Massa come da regolamento, annulla. All’83 ‘ i rossoneri passano nuovamente in vantaggio, Florenzi, cross morbido per il colpo di testa potente di Loftus-Cheek, che trova la doppietta. Sembra finita, ma il Bologna non molla e agguanta il pari al 92’. Terracciano, appena entrato, tira la maglia a Kristiansen e l’arbitro concede il calcio di rigore. Maignan intuisce, ma Orsolini realizza e questo risultato blocca i rossoneri dopo quattro vittorie di fila. 

Allo Stadium finisce 1-1 tra Juventus e Empoli. La gara è pesantemente condizionata dall’ espulsione di Milik: che si fa espellere dopo 18 minuti per una entrata con piede a martello su Cerri. L’arbitro Marinelli prima ammonisce l’ex centravanti del Napoli e poi, dopo il controllo al Var, estrae il rosso. In inferiorità numerica la Juventus lascia l’iniziativa agli ospiti. I bianconeri al 50′ si portano in vantaggio a seguito di un calcio d’angolo. Vlahovic,è lesto a girare in rete il pallone vagante colpito di testa da Gatti. L’Empoli riprende poi il controllo del match e il neo tecnico emplese Nicola, inserisce Cancellieri e Baldanzi per provare a recuperare. Proprio con Baldanzi, l’Empoli trova la rete del pareggio al 25esimo della ripresa, con un velenoso e preciso rasoterra dal limite. Nel finale la squadra di Allegri cerca di spingersi in avanti, ma l’Empoli tiene bene e in contropiede tenta di fare nuovamente male alla vecchia signora. All’Empoli funziona bene la cura del nuovo tecnico Nicola: con lui i toscani hanno racimolato quattro punti in due partite. I bianconeri contro l’Empoli sono apparsi, al di là dell’inferiorità numerica, lenti e prevedibili. 

L’Inter batte 1-0 la Fiorentina al Franchi. Inizia meglio la Fiorentina che tiene il pallone con l’Inter che si abbassa per ripartire. Al 15’pt l’Inter va in vantaggio: angolo di Asllani, Lautaro sul primo palo si libera di Parisi e segna di testa. Nella ripresa la Fiorentina alza il baricentro ma fa fatica a sfondare il muro nerazzurro. L’occasione più grossa arriva al 77′: Sommer con i pugni anticipa e colpisce Nzola. Aureliano richiamato al Var assegna il rigore. Sul dischetto va lo specialista Nico Gonzalez che calcia debolmente e Sommer para alla sua destra. Viste le molte assenze nel suo undici titolare non è stata la solita Inter spumeggiante, ma il gol del solito Lautaro Martinez è comunque bastato per avere la meglio su una Fiorentina volenterosa ma troppo imprecisa davanti alla porta. L’uomo-copertina è Sommer: il portiere svizzero è stato miracoloso su Bonaventura nel primo tempo, poi nella ripresa dopo aver provocato il calcio di rigore per fallo su Nzola in un intervento aereo, para un rigore a Nico Gonzalez. L’Inter approfitta del mezzo passo falso della Juventus, espugna il Franchi e tra una settimana affronterà la Juventus con in palio una bella fetta di scudetto. 

La Roma batte all’Arechi 2-1 la Salernitana. Ad un primo tempo dove i giallorossi subiscono a lungo i granata, segue una ripresa più concreta dal punto di vista delle realizzazioni. Al 51′ Maggiore commette una ingenuità in quanto colpisce con il braccio largo, un colpo di testa innocuo di Cristante- L’arbitro decreta il calcio di rigore, che Dybala realizza. La Salernitana a quel punto alza il ritmo e il baricentro alla ricerca del pareggio, però finisce con essere punita in contropiede. Il raddoppio è firmato al 66′: c’è una giocata rifinita di tacco da Dybala che trova Karsdorp. Il conseguente cross del calciatore olandese, trova puntuale nell’inserimento sul secondo palo Pellegrini, che è lesto a metterla in rete. A quel punto Inzaghi decide di mandare dentro Kastanos, per aumentare il potenziale offensivo. La Salernitana al 70′ con il colpo di testa vincente di Kastanos dimezza lo svantaggio e nei 25 minuti tenta il tutto per tutto per scardinare la difesa giallorossa. Nel finale si devono annotare due parate importanti di Rui Patricio e due rigori richiesti vanamente dalla squadra campana. Prima del triplice fischio dell’arbitro, scoppia il finimondo, con tante proteste granate e l’arbitro è costretto ad estrarre una serie di cartellini. 

Nelle gare della domenica prosegue il grande momento del Genoa che vince in rimonta sul Lecce e conquista il settimo risultato utile consecutivo. Finisce in parità lo scontro salvezza tra il Verona e il Frosinone e torna al successo il Monza che batte di misura il Sassuolo con una rete di Colpani. Brutta partita senza reti all’Olimpico tra Lazio e Napoli che lascia invariata la loro situazione nelle zone alte della classifica. Il prossimo turno prevede la grande sfida di San Siro Inter-Juventus che probabilmente potrà dare una prima indicazione nella corsa finale per lo scudetto.

Questi i risultati sulla 22.a giornata di calcio di Serie A: 

CAGLIARI-TORINO 1-2 VERONA-FROSINONE 1-1 MONZA-SASSUOLO 1-0

LAZIO-NAPOLI 0-0 FIORENTINA-INTER 0-1 SALERNITANA-ROMA 1-2

ATALANTA-UDINESE 2-0 JUVENTUS-EMPOLI 1-1 MILAN-BOLOGNA 2-2

GENOA-LECCE 2-1

 

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved