L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

  Il punto sulla 21.a giornata di calcio di Serie A -  Stagione 2023-2024                     

By Rino R. Sortino January 22, 2024 208

                                                                                                  

Nel primo anticipo della 21a giornata di Serie A, i giallorossi battono 2-1 il Verona all’Olimpico. Un grande primo tempo e una ripresa in deficit d’ossigeno per l’esordio del nuovo mister giallorosso De Rossi. La Roma, nonostante il clima teso sugli spalti per via dell’esonero di Mourinho, si dimostra compatta e ordinata e può contare su un El Shaarawy davvero in grande forma. La Roma passa in vantaggio al 19′: El Shaarawy si invola verso Montipò, e nonostante sia contrastato dai difensori, veronesi riesce a servire Lukaku che di sinistro fulmina Montipò. Il raddoppio giallorosso al 25′ Lukaku crossa in area, Tchatchoua si fa anticipare dal “faraone”, il pallone arriva poi a Pellegrini che con un gran tiro di sinistro, scarica sotto la traversa. Tre minuti dopo Spinazzola infortunato lascia il campo in favore di Kristensen. Al 76′ il Verona trova il gol, con Folorunsho che da fuori area sorprende Rui Patricio. Nel finale la Roma si trova un po’ in difficoltà, ma al Verona manca il guizzo decisivo per arrivare al pareggio.

 

Il Milan vince contro l’Udinese 3 a 2. Milan in vantaggio al 31′ con Loftus-Cheeck, il quale su assist di Hernandez trova il rasoterra vincente. Poco dopo la partita viene interrotta per cinque minuti dall’arbitro Maresca per aver rilevato dei cori razzisti dalla curva dell’Udinese nei confronti del portiere del Milan Mike Maignan. Il giocatore insieme ai compagni decide di lasciare il campo per diversi minuti, prima di rientrare. Alla ripresa del gioco l’Udinese al 42 trova il pareggio: è un’azione personale di Samardzic, che dopo essersi liberato di Kjaer, realizza con un gran sinistro da fuori area. Il Milan è punito nuovamente al 62′: una incredibile disattenzione in difesa, spalanca la strada a Thauvin, che con un potente sinistro sotto la traversa, batte un sorpreso Maignan. Pioli a quel punto fa entrare Okafor e Jovic che si rivelano scelte giuste: all’83’ Giroud entra in area e il suo tiro viene deviato sulla traversa da Perez. Jovic è il più lesto ad avventarsi sul pallone e in tuffo trova il 2-2. Il Milan crede ancora nell’impresa e al 93’ realizza il 3-2 definitivo: a seguito del corner di Florenzi, Giroud di testa fa la sponda per Okafor  che da due passi sigla il gol vittoria.

 

Il Frosinone torna al successo (3-1) contro il Cagliari, dopo cinque sconfitte consecutive. Al 26’ i sardi alla prima occasione seria passano in vantaggio: Azzi crossa in area, Okoli anticipa Petagna ma involontariamente serve Sulemana che di destro batte il portiere ciociaro Turati. II Cagliari incredibilmente dopo questa segnatura, perde la voglia di lottare e diventa rinunciatario. Il mister ciociaro DiFrancesco fa entrare forze fresche: Kaio Jorg e Harroui e con loro in campo gli effetti sono immediati. Al 64′, Harroui trova tutto solo in area Mazzitelli per il colpo di testa vincente. I ciociari continuano a spingere, mentre il Cagliari non c’è più in campo. Al 75′ Kaio Jorge si procura una punizione che Soulé colpisce sotto l’incrocio con il suo magico sinistro. Al 51’ l’ultimo sussulto in contropiede, con Ghedjemis che dopo una lunga corsa serve Kaio Jorge che realizza il 3-1. Solo nel finale il Cagliari si sveglia con i tentativi di Dossena e Pavoletti. Il Frosinone riesce a far sua la sfida salvezza e ritrova la vittoria dopo 5 sconfitte consecutive.

 

La Juve batte 3-0 il Lecce e sorpassa l’Inter approfittando dell’impegno in Supercoppa dei nerazzurri.  ll Lecce per un’ora ha affrontato la blasonata avversaria a viso aperto ed è riuscito a tenere la gara in equilibrio, poi la maggiore caratura dei bianconeri ha preso il sopravvento. Al 59′ la Juve passa in vantaggio: Cambiaso crossa per Vlahovic che di sinistro la mette all’incrocio dei pali. Al 68′ i bianconeri centrano il raddoppio: Kostic cross in area per McKennie che da due passi colpisce di testa e Vlahovic in spaccata sulla linea, realizza la doppietta personale. All’86’ arriva il terzo gol: Iling Junior batte una punizione dalla fascia e Bremer con uno stacco imperioso di testa, supera Falcone. A Via Del Mare non è stato semplice per i bianconeri, ma la loro vittoria è pienamente meritata. E’ indubbio che l’impegno in Supercoppa falsa il campionato, purtroppo l’esigenza di far cassa nel calcio supera ogni lecita opportunità. L’Inter dovrà aspettare più di un mese per recuperare la partita contro la l’Atalanta. Oltre a questa partita sono state rinviate Sassuolo-Napoli Torino-Lazio e Bologna-Fiorentina.

 

Salernitana-Genoa 1-2. Il Genoa continua a giocare bene e a fare risultati. La squadra di Filippo Inzaghi parte forte e dopo un minuto e mezzo passa in vantaggio con Martegani. Il Grifone reagisce subito e al tredicesimo pareggia con Retegui centravanti argentino di origine italiana. A inizio ripresa, Orsato decreta un calcio di rigore trasformato da Gudmunsson. Le speranze della Salernitana si infrangono sulla traversa colpita da Candreva con una grande punizione. Da segnalare uno spiacevole episodio: dopo il gol di Retegui dalla curva della Salernitana piovono una quantità di oggetti. Per fortuna non c’è stato alcun contuso, ma il fatto è deprecabile. La Salernitana nonostante nelle partite non lesini l’impegno, resta in ultima posizione.

 

Empoli-Monza 3-0. All’Empoli il cambio dell’allenatore ha ridato fiducia a tutto l’ambiente e Davide Nicola probabilmente è l’uomo giusto in quanto ha già sollevato nel passato altre squadre. Il calciatore in vetrina nel match del “Castellani” è  Szymon Zurkowski il quale dopo essere tornato in campo, ha segnato una tripletta. Ha sbloccato la gara al 13′, ha raddoppiato al 38′ e ha chiuso i conti al 74′. Il pomeriggio del Castellani ha regalato spettacolo e tante emozioni. L’Empoli ha giocato in maniera compatta e corta, pronta a colpire in maniera letale ad ogni ripartenza. I toscani hanno trovato con Cerri quella fisicità mancante e con Zurkowski, l’adeguata qualità e vivacità. L’Empoli con questo risultatosi si è rilanciato, ma si ritrova sempre al penultimo posto in classifica. Il Monza invece nonostante sia in una posizione di classifica tranquilla, da qualche tempo è in crisi di gioco e di risultati.

 

Di seguito i risultati della 21.a giornata di calcio di Serie A 

ROMA-VERONA 2-1 UDINESE-MILAN 2-3 FROSINONE-CAGLIARI 3-1 

EMPOLI-MONZA 3-0 SALERNITANA-GENOA 1-2 

LECCE-JUVENTUS 0-3 

BOLOGNA-FIORENTINA Rinviata al 14/02 ore 19:00 

TORINO-LAZIO Rinviata al 22/02 ore 20:45 

SASSUOLO-NAPOLI Rinviata al 28/02 ore 18:00 

INTER-ATALANTA Rinviata al 28/02 ore 20:45 

Sia Inter che il Napoli si sono qualificate per la finale di Riad vincendo 3-0 in semifinale. I nerazzurri sono i favoriti per la partita odierna, ma per i partenopei questa è una lecita occasione di rilancio. Mazzarri alla vigilia ha dichiarato “siamo ambiziosi e ce la giochiamo”. Nell’’Inter probabilmente saranno in campo i titolari, in quanto mister Inzaghi difficilmente ne fa a meno. Nel Napoli è probabile l’impiego per qualche minuto, del neo acquisto Ngonge. Appuntamento alle 20.00, ora italiana. In caso di parità al novantesimo, niente supplementari ma subito rigori.

 

 

 

 

 

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Monday, 22 January 2024 13:44
© 2022 FlipNews All Rights Reserved