L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 20.a giornata del campionatodi Serie A:   stagione 2023/2024

By Rino R. Sortino January 17, 2024 267

 

Il Napoli batte 2-1 in rimonta la Salernitana e ritrova un po' di serenità dopo le ultime partite dagli esiti negativi. Tra infortuni squalifiche e calciatori impegnati in Coppa d'Africa, sono davvero poche le alternative ai titolari che Mazzarri può schierare. Nel primo tempo il Napoli  soffre gli ospiti che passano in vantaggio al 29' con un gran un tiro a giro dal limite  di Candreva che sorprende all'angolino il portiere Gollini. E’ l'ennesimo gol capolavoro della sua carriera. I padroni di casa reagiscono e trovano il pareggio su calcio di rigore nei minuti di recupero del primo tempo con Politano. Nella ripresa i Campioni d’Italia intensificano gli assalti e i loro sforzi sono premiati al 96' con il gol vittoria. Lo realizza il kosovaro Rrahmani che conclude in rete da pochi passi, una mischia propiziata da una serie di errori della difesa della Salernitana. E’ un raggio di sole e di fiducia dopo un lungo periodo di appannamento, in vista  della partenza di lunedì per l'Arabia per giocare la Supercoppa.

L'Inter travolge il Monza in trasferta per 5-1. I nerazzurri  dominano in lungo e in largo infliggendo una sonora  sconfitta ai ragazzi di Palladino, mai in partita. Ai nerazzurri bastano due minuti, tra il 12' ed il 14' per indirizzare il match: una mano di Gagliardini concede il penalty  che Calhanoglu trasforma. Due minuti dopo il raddoppio  a seguito di un cross basso dalla sinistra di Dimarco sul quale si avventa Lautaro Martinez  che realizza.  Al 30' c’è una rete annullata al Monza di Pessina per fuorigioco. Nella ripresa ancora Calhanoglu al 60' inizia e finisce l'azione che trova il fondo della rete dopo uno splendido assist di Thuram.  Il Monza  accorcia le distanze su rigore battuto da Pessina concesso dall’arbitro per fallo di Darmian. Nel finale i nerazzurri dilagano: Lautaro  realizza su rigore all'83 ed all'87' Thuram,  dopo un’azione partita da un pallone recuperato a centrocampo da Mkhitaryan, conclude con successo a rete dopo aver  scartato il difensore Caldirola. Quando l’Inter incontra squadre come il Monza che la lasciano giocare e non operano un pressing forsennato, diventa irresistibile.

Il Milan si impone 3-1 alla Roma. Nel big match di San Siro i rossoneri dominano una Roma senza mordente. Il Milan va in vantaggio al 10' con Adli il quale dopo una bella azione fino al limite dell'area avversaria, conclude con un gran tiro dopo aver dribblato Kristensen. Il raddoppio del Milan arriva al 10' della ripresa, con Giroud solo sul secondo palo, pronto a realizzare sugli sviluppi di un cross di Adli che trova la sponda in area di Kjaer . Per venticinque minuti c'è in campo una sola squadra il Milan, poi con il calcio di rigore decretato per i giallorossi, calciato da Paredes al 69', la Roma ritorna in partita. Ma il diavolo non è mai domo e con Hernandez all'84 trova la rete del 3-1 con un gran tiro, dopo un assist di tacco di Giroud. La vittoria garantisce il terzo posto alla squadra di Pioli, mentre continua il momento no dei capitolini, che non riescono più ad uscire dalla crisi. La società giallorossa dopo aver ben ponderato, nella giornata di martedì decide di esonerare Mourinho per sostituirlo con Daniele De Rossi .

Il Cagliari batte 2-1 il Bologna. Gli ospiti passano in vantaggio al 24': lancio di Posch, Orsolini controlla (con la palla che resta in campo per questione di centimetri) e in area piccola, dopo essere sfuggito ad un contatto con Augello, supera con un pallonetto delizioso Schuffet sul suo palo di competenza. Il vantaggio felsineo dura solo 8 minuti, perchè su lancio lungo di Dossena direttamente su Petagna, questi sull’uscita di Skorupski, al 32', appoggia comodamente il pallone a porta vuota.  Il Cagliari inizia la ripresa in avanti esattamente come aveva chiuso il primo tempo. La rete che decide il match si verifica al 69': sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il cross di Wieteska viene involontariamente deviato in porta da Calafiori. I Sardi salgono così fuori dalla zona retrocessione mentre  gli emiliani privi del gioiello Zirkzee, dimostrano di essere una squadra più arrendevole.

La Lazio batte 1-0 il Lecce. Dopo un primo tempo con poche emozioni, dove gli ospiti giocano meglio, i biancocelesti trovano il gol vittoria al 58' grazie a Felipe Anderson, che su assist di Luis Alberto, trafigge il portiere Falcone. L'allenatore D'Aversa nel tentativo di pareggiare fa entrare in campo Strefezza e Piccoli, schierando un Lecce ultra offensivo. I salentini riescono a costruire un paio di occasioni, ma le sprecano malamente. Nota negativa del match per la Lazio le ammonizioni di Zaccagni e Immobile, che per squalifica salteranno la prossima di campionato con il Napoli. Questa vittoria sicuramente aiuterà i biancoazzurri a preparare nel migliore dei modi il match di venerdì prossimo di Supercoppa, contro l' Inter. 

Pareggio ricco di emozioni tra Fiorentina ed Udinese, 2-2. Al Franchi il primo tempo è tutto un dominio dell'Udinese:  dopo dieci minuti Lovric è bravo ad avviare e a chiudere un contropiede in tandem con Lucca. In seguito il portiere Terracciano si dimostra in forma e riesce a sventare altre occasioni friulane con Lucca, Pereyra e Samardzic. Nella ripresa al 56' Beltran  pareggia di testa su assist di Faraoni, ma l'Udinese sempre determinata e grintosa va nuovamente a rete al 73' con Thauvin. Questi è bravo a deviare in rete dopo un grande inserimento di Lovric. All'87 il braccio largo di Ferreira sul tiro di Beltrán causa il calcio di rigore che Nzola batte con successo. Fiorentina e Udinese si devono così accontentare di muovere la classifica con un punto ciascuno.

Nell'ultimo posticipo della 20esima giornata di serie A la Juventus vince per 3 a 0 contro il Sassuolo e si riporta a -2 dai nerazzurri. Davvero un duello incredibile quello tra le due storiche avversarie. Con un reparto difensivo compatto e organizzato, diventa difficile segnarle pertanto continua il sogno Scudetto dei bianconeri. Vlahovich con il suo istinto di vero centravanti di razza, ha letteralmente trascinato la sua squadra alla vittoria. Chiesa anche in questa partita, entrato dalla panchina, si rivela determinante e realizza una rete importante. Da sottolineare inoltre la prestazione del portiere Szczesny una vera saracinesca, che con due parate decisive evita il ritorno in partita degli emiliani. Nel prossimo turno le gare che affronteranno Inter, Lazio, Fiorentina e Napoli saranno rinviate, dal momento che queste squadre giocheranno in Arabia Saudita per gli impegni nella Supercoppa Italiana.

Questi i risultati della 20esima giornata di serie A:

GENOA-TORINO 0-0 NAPOLI-SALERNITANA 2-1

VERONA-EMPOLI 2-1 MONZA-INTER 1-5

 LAZIO-LECCE 1-0 CAGLIARI-BOLOGNA 2-1

FIORENTINA-UDINESE 2-2 MILAN-ROMA 3-1 

ATALANTA-FROSINONE 5-0 JUVENTUS-SASSUOLO 3-0

 

 

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved