L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 19^ giornata del campionato di Serie A: 2023/2024

By Rino R. Sortino January 08, 2024 250

 

L'Inter vince contro l'Hellas Verona 2-1 a San Siro si e si consacra campione d'inverno. E' stata una partita incredibile che si è conclusa con un finale pieno di emozioni. L'Inter passa in vantaggio con una rapida azione manovrata al 12'. Barella passa a Mkhitaryan, che serve prontamente Lautaro e questi batte Montipò con un gran rasoterra d'esterno. All'Inter però manca, come verificatosi recentemente contro il Genoa, il colpo del ko. Nella ripresa i nerazzurri sfiorano per due volte il raddoppio, ma l'Hellas resta in gara e al 75 ' pareggia. A seguito di una palla persa a metà campo da Arnautovic, Duda prende palla e serve un assist per Henry che col ginocchio anticipa Acerbi e trova il pareggio. A quel punto i nerazzurri si gettano in avanti alla ricerca del vantaggio, ma Arnautovic per due volte non trova il gol clamorosamente da pochi passi. Nel recupero succede di tutto. Al 93' Bastoni colpisce la traversa, l'azione prosegue e Barella con un gran tiro trova Montipò che respinge malamente proprio nei pressi di Frattesi che realizza. La rete fa nascere vibranti proteste perché nello sviluppo dell'azione, Duda finisce a terra per una gomitata di Bastoni e l'arbitro non interviene. Ne rimane coinvolto Lazovic che persegue nelle proteste e viene espulso. ll Verona non ci sta e tenta il tutto per tutto. In uno degli assalti finali a seguito di una grande mischia in area, Darmian colpisce Magnani e questa volta il Var interviene. Dal dischetto si presenta Henry che centra il palo, facendo esultare tutta San Siro. Nonostante la vittoria, l'Inter dimostra di trovarsi in una fase involutiva con tanti errori, poca determinazione e una difesa che inizia a mettere in mostra più di qualche lacuna.

Frosinone-Monza 2-3 al Benito Stirpe. Il primo gol per i brianzoli arriva al 18': a seguito di un corner, Valentin Carboni serve Dany Mota che è bravo a battere Turati da pochi passi. Al 45’ c'è il raddoppio del Monza in contropiede: Mota restituisce il favore e mette lo stesso Carboni in condizioni di realizzare con il suo mancino sul secondo palo. Nella ripresa la formazione lombarda aumenta ancora il bottino al 55’ grazie all'autorete di Soulé, che nel tentativo di intercettare un passaggio filtrante di Carboni, insacca la palla nella propria porta. Un minuto dopo il Frosinone realizza la sua rete con Harroui bravo a calciare in rete da posizione defilata sul primo palo. Al 29’ la Signora arbitro Ferrieri Caputi non ha esitazione a fischiare un calcio di rigore al Frosinone. Pessina perde palla a metà campo, così Mazzitelli verticalizza per Caso e D'Ambrosio lo travolge in area. Soulé al 76’ realizza il rigore del 3-2. Per il Frosinone è un periodo no in quanto non riesce più ad uscire dal periodo negativo: ormai è alla quarta sconfitta di fila, con un solo punto in sei partite.

Il Sassuolo vince 1-0 contro la Fiorentina. Al Mapei Stadium nel primo tempo è la Viola ad esercitare il possesso palla, ma sono i padroni di casa a sbloccare la gara al 9': Pedersen passa in area a Pinamonti che di piatto trafigge Terracciano. Il gol infonde fiducia ai neroverdi che diventano sempre più propositivi con Matheus Henrique che dirige il gioco a centrocampo. Nel secondo tempo a Thorstvedt viene annullato un gol al Var, per fuorigioco di Henrique. Al 63' Milenkovic colpisce di testa da corner e Ferrari tocca il pallone con il braccio sinistro largo. L'arbitro decreta il rigore per la Viola, ma dal dischetto Consigli indovina l’angolo calciato da Bonaventura e riesce a respingere. In seguito c'è una traversa di Duncan, poi Martinez Quarta pareggia in mischia, ma Nzola è in fuorigioco e l'arbitro annulla ancora una volta un gol. Vince pertanto il Sassuolo contro una Fiorentina dai due volti: sterile nel primo tempo e decisamente arrembante nella ripresa, quando esercita una intensa pressione nel tentativo di pareggiare.

 Al Castellani il Milan batte 3-0 l'Empoli. il Milan parte forte  però  L’Empoli  non sembra affatto soffrire di timori reverenziali. I rossoneri  sbloccano la gara all '11': Leao  è protagonista di una gran giocata sulla  fascia e dopo il suo cross  Loftus-Cheek piazza un gran destro dove il portiere Caprile non  può arrivare. I rossoneri  raddoppiano su rigore  al 30’: su una rovesciata in piena area di Loftus-Cheek, Maleh interviene con il braccio alto, sfiorando con la punta delle dita la sfera. La deviazione è minima e l’arbitro  dopo essere andato  al monitor, indica il dischetto. Dagli undici metri  Olivier Giroud  si dimostra ancora una volta un cecchino infallibile.  Nella ripresa l’Empoli ci mette  tanta intensità  e gli ultimi minuti si giocano praticamente ad una porta sola.  Per questa ragione si aprono gli spazi al contropiede, così Christian Pulisic nel finale all’88' mette il nuovo entrato Traoré  da solo davanti a Caprile. Il giovane al suo primo gol  in Serie A deposita  con freddezza  il pallone in fondo al sacco. Nonostante i tanti infortuni il Milan continua a tenere il passo delle prime della classe e contro l’Empoli lo ha fatto con una prestazione  altamente convincente.

La Lazio vince 2-1 in trasferta contro l'Udinese. Nella prima parte della gara i biancocelesti sono molto attivi soprattutto sulla destra, con Guendouzi e Isaksen. La squadra di Sarri passa in vantaggio al 12' del primo tempo quando Il danese Isaksen si conquista una punizione dal limite dell'area. Si incarica della battuta Pellegrini e il suo mancino inganna Okoye e finisce in rete. L’ex laterale di Juventus e Roma è al primo gol nella massima serie. Nella ripresa l'Udinese mette in campo un’intensità maggiore e al 59’ riesce a pareggiare: Ebosele imprendibile sulla destra viene steso da Pellegrini. Lovric calcia forte in mezzo e trova la deviazione vincente di Walace. La Lazio torna in vantaggio al 76’: lancio lungo di Patric, Castellanos fa da sponda per Felipe Anderson che vede l'inserimento di Vecino. Questi dopo aver stoppato il pallone, trova il diagonale perfetto dal limite dell’area per battere il portiere friulano. Nel finale Cioffi inserisce Success e Thauvin per tentare disperatamente il pareggio, che però non arriva. La Lazio vince con merito e a darle il successo sono stati i due subentrati, Felipe Anderson e Vecino. Ancora una volta la panchina lunga ha giovato per una vittoria.

La Juventus batte 2-1 la Salernitana in trasferta. L'azione del vantaggio granata si verifica al 39': a seguito di un lancio lungo di Gyomber, Tchaouna controlla la palla e la lascia a Maggiore. Il centrocampista ex Spezia da fuori area con un bel sinistro batte il portiere della Juventus. Al 53' Maggiore affronta fallosamente al limite dell'area Rabiot, riceve il secondo giallo e viene espulso. Al 65' la Juventus inizia ad attaccare con maggiore intensità e trova il pareggio: Milik controlla il pallone e lo serve in area a Weah che la mette tesa in mezzo per Vlahovic. Il bomber non riesce ad arrivarci, ma alle sue spalle c'è Iling jr che controlla e di sinistro fulmina Costil. I bianconeri trovano il gol vittoria al 91' a conferma del grande carattere che sempre li contraddistingue: Vlahovic svetta perfettamente su un cross di Danilo e con un gran colpo di testa, trafigge il portiere Costil. La disamina della partita è questa: Allegri ha capito che era meglio cambiare due calciatori ammoniti nella ripresa Gatti e Kostic per inserire al loro posto Rugani e Iling Jr per prevenire possibili situazioni da espulsione. Ipotesi non presa in considerazione da Pippo Inzaghi sull'altra panchina, quando  il secondo giallo di Maggiore  ha lasciato la Salernitana in inferiorità numerica. E a quel punto i campani hanno  perso la partita.

Risultati dopo la 19a giornata (Ultima di andata)

BOLOGNA-GENOA 1-1  INTER-VERONA 2-1 FROSINONE-MONZA 2-3

LECCE-CAGLIARI 1-1 SASSUOLO-FIORENTINA 1- EMPOLI-MILAN 0-3

TORINO-NAPOLI 3-0 UDINESE-LAZIO 1-2SALERNITANA-JUVENTUS 1-2

ROMA-ATALANTA 1-1

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved