L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

IL NAPOLI SI SUICIDA E LA JUVENTUS FESTEGGIA

By Francesco Guzzardi April 17, 2016 11949

 Obiettivo scudetto. Il Napoli perde contro l’Inter e dice addio allo scudetto a favore della Juventus che invece contro il Palermo, ormai quasi condannato alla serie B, gioca come sempre e gli rifila quattro reti, una vittoria che spiana la strada al quinto scudetto consecutivo targato Juve.

Obiettivo coppe europee: Con la sconfitta del Napoli ora traballa anche la seconda posizione, ma la Roma non ne approfitta e pareggiando a Bergamo rimane a cinque punti dai partenopei, si fanno sotto l’Inter e la Fiorentina, mentre il Milan, che col neo allenatore Brocchi, vince a Marassi contro la Sampdoria e i permette di coltivare, ancora, qualche sogno di gloria.

Obiettivo salvezza: Al Verona manca solo la matematica ma praticamente è già in serie B, Carpi e Frosinone vincono e si mettono alle spalle il sempre più in crisi Palermo, adesso penultimo. A quattro giornate dal termine, saranno Carpi e Frosinone a giocarsi l’unico posto disponibile per la salvezza.

Il Torino espugna in extremis il campo del Bologna e mette fine, anche matematicamente, al discorso salvezza. Gara soporifera giocata a ritmo blando e senza la giusta verve, decisa al terzo minuto di recupero grazie a un calcio di rigore che alla fine premia i granata. Rete di Belotti.

Contro il Genoa, il Carpi si giocava gran parte delle poche chance che aveva a diposizione per tentare di rimanere in serie A e alla fine, gli uomini di Fabrizio Castori, al termine di una gara combattuta e densa di colpi di scena, riescono a rifilare quattro reti al grifone e superare in classifica il Palermo, che ad oggi vorrebbe dire salvezza certa. Reti di Sabelli, Di Gaudio, Lollo, Pasciuti e Pavoletti.

Inter e Napoli si sono affrontate a viso aperto una per cercare di tentare l’assalto al terzo posto e l’altra per non perdere ulteriore terreno dalla capolista e quindi continuare a sperare nel tricolore, hanno avuto la meglio gli uomini di Roberto Mancini che con un gol per tempo hanno spento tutti i sogni dei partenopei e, praticamente, fatto un grande regalo alla capolista. Reti di Icardi e Brozovic.

L’Atalanta scende in campo con l’intento di fare “male” alla Roma e a metà della ripresa, dopo averla rimontata di due reti e col pareggio in tasca, si butta all’attacco a testa bassa alla ricerca del gol vittoria, addirittura lo trova ad inizio del secondo tempo ma non riesce a chiudere la gara, invece riesce a segnare la Roma che trova il pareggio a pochi minuti dal termine. Reti di D’alessandro, Borriello (2), Digne, Nainggolan e Totti.

All’Udinese non riesce l’impresa di battere il Chievo e alla fine deve accontentarsi di un punto che almeno muove la classifica e che le permette di mantenere quattro punti di distanza dalla terz’ultima posizione.

Il Frosinone batte a domicilio il Verona, un risultato che condanna matematicamente gli scaligeri e ridà fiducia ai frosinati che superano il Palermo e ora inseguono il Carpi a un sol punto. Reti di Bianchetti, Russo e Frara.

Poker della Juventus sul Palermo, ai bianconeri non è sfuggita l’occasione di conquistare di tre punti e mettersi il Napoli a più nove punti, risultato che permette di gestire il vantaggio e avviarsi senz’affanno allo scudetto. Reti di Khedira, Pogba, Cuadrado e Padoin.

La Fiorentina ritrova la vittoria e lo fa a danno di una squadra che esprime il miglior calcio nostrano, il Sassuolo. Gli emiliani hanno provato a mettere in difficoltà la viola ma la scarsa concentrazione ha dato vita a una serie di errori fatali. Reti di Rodriguez, Ilicic, Consigli (aut.) e Berardi.

Lazio ed Empoli non avevano più nulla da dire al campionato ma Simone Inzaghi, neo allenatore laziale, aveva voglia di continuare la striscia positiva, per contro aveva comunque una squadra demotivata e senza quella brillantezza che l’ha sempre contraddistinta. Reti di Candreva e Onazi.

La Sampdoria perde i casa contro il Milan al termine di una gara dai due volti e giocata bene un tempo per una, forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto ma i rossoneri, con in panca il neo allenatore Brocchi, non hanno rubato nulla. Rete di Bacca.

Risultati

Bologna-Torino 0-1; Carpi-Genoa 4-1; Inter-Napoli 2-0; Atalanta-Roma 3-3; Udinese-Chievo 0-0; Verona- Frosinone 1-2; Juventus-Palermo 4-0; Fiorentina-Sassuolo 3-1; Lazio-Empoli 2-0; Sampdoria-Milan 0-1.

Classifica

Juventus 79; Napoli 70; Roma 65; Inter 61; Fiorentina 59; Milan 52; Sassuolo 48; Chievo e Lazio 45; Torino 42; Genoa 40; Empoli 39; Bologna 37; Atalanta 37; Sampdoria 36; Udinese 35; Carpi 31; Frosinone 30; Palermo 28; Verona 22.

Prossimo turno

Napoli-Bologna; Sassuolo-Sampdoria; Palermo-Atalanta; Udinese-Fiorentina; Chievo-Frosinone; Empoli-Verona; Genoa-Inter; Juventus-Lazio; Roma-Torino; Milan-Carpi.

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Monday, 18 April 2016 07:48
© 2022 FlipNews All Rights Reserved