L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

PRONTI E VIA

By Francesco Guzzardi August 27, 2019 5342

La cento diciottesima edizione del campionato di calcio d’Italia è partita con i riflettori puntati sulla Juventus, ancora una volta la squadra da battere, ma il fatto più interessante è stata la presenza in campo di Sinisa Mihajlovic, che dopo quaranta giorni di guerra contro la sua malattia, non è voluto mancare all’esordio del suo Bologna. Nessuna delle venti protagoniste ha prevalso nettamente perché gli schemi di gioco sono ancora appannati e la maggior parte delle squadre è ancora attiva sul mercato. Alla fine vincono Juventus, Napoli, Udinese, Brescia, Lazio, Atalanta, Torino e Inter contro Parma, Fiorentina, Milan, Cagliari, Sampdoria, Spal, Bologna e Lecce, pareggiano invece Roma, Genoa, Verona e Bologna.  

Vittoria di misura per la Juventus che in quel di Parma soffre ma trova l’occasione di segnare una rete. Rete di Chiellini. Pirotecnica vittoria esterna del Napoli contro la Fiorentina, la squadra di Ancelotti ribatte colpo su colpo e alla fine la viola si deve arrendere. Reti di Pulgar, Mertens, Insigne (2), Milenkovic, Callejon e Boateng. L’Udinese mette a nudo il Milan, incapace di reagire alla miglior verve avversaria e incapace di trovare la rete del pareggio. Rete di Becao. Il Brescia batte a sorpresa il Cagliari in trasferta e conquista tre punti che alla fine del campionato varranno oro. Rete di Donnarumma. Giusto pareggio fra Verona e Bologna, che si sono affrontate a viso aperto e meritato entrambe la spartizione della posta. Reti di Sansone e Veloso. La Roma viene sorpresa da un Genoa sorprendentemente, ma non troppo, forte e grintoso, alla squadra giallorossa non riesce l’impresa nemmeno segnando tre reti. Reti di Under, Dzeko, Pinamonti, Criscito, Kolarov e Kouame. Disfatta casalinga della Sampdoria contro una Lazio non ancora in forma ma di fronte a un avversario “inesistente”. Reti di Immobile (2) e Correa. La Spal segna due reti all’Atalanta e tira i remi in barca, al contrario degli orobici che tirano fuori gli artigli e una rimonta miracolosa. Reti di Di Francesco, Petagna, Gosens e Muriel (2). Il Torino si lecca le ferite “europee” e batte, pur soffrendo, un temibile Sassuolo. Reti di Zaza, Belotti e Caputo. L’Inter batte il Lecce e parte col piede giusto, i pugliesi hanno provato e quasi riusciti, a partire forte per mettere in difficoltà gli avversari che però alla lunga giocano bene e vincono. Reti di Brozovic, Sensi e Lukaku.

Risultati

Parma-Juventus 0-1; Fiorentina-Napoli 3-4; Udinese-Milan 1-0; Cagliari-Brescia 0-1; Verona-Bologna 1-1; Inter-Lecce 3-0; Roma-Genoa 3-3; Sampdoria-Lazio 0-3; Spal-Atalanta 2-3; Torino-Sassuolo 2-1.

Classifica

Juventus, Napoli, Udinese, Brescia, Lazio, Atalanta, Torino e Inter 3; Verona, Bologna, Roma e Genoa 1; Parma, Fiorentina, Milan, Cagliari, Sampdoria, Spal, Lecce e Sassuolo 0.

Prossimo turno

Bologna-Spal; Milan-Brescia; Juventus-Napoli; Atalanta-Torino; Cagliari-Inter; Genoa-Fiorentina; Lazio-Roma; Lecce-Verona; Sassuolo-Sampdoria; Udinese-Parma.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Tuesday, 27 August 2019 13:04
© 2022 FlipNews All Rights Reserved