L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Il punto sulla 11^ giornata del campionato di Serie A: 2023/2024

By Rino R. Sortino November 07, 2023 374

 

L’11a giornata di Serie A si apre  con la vittoria  del Bologna  che sconfigge  la Lazio per  1-0. I biancoazzurri  partono forte sul piano del palleggio e dell'intensità ed hanno le migliori occasioni  sui piedi di Castellanos e Luis Alberto.  Le azioni dei biancoazzurri  però mancano  di precisione negli ultimi 30 metri.  Ad inizio ripresa al 47' i rossoblù passano in vantaggio. Saelemaekers trova in orizzontale Zirkzee, il quale con un tocco delicato pesca Ferguson nel cuore dell'area che batte Provedel di destro all'altezza del dischetto.  Dopo il gol la partita si accende e si innervosisce, Sarri decide di far entrare  Immobile e Zaccagni  per dare maggior spinta al suo attacco. La Lazio invece nella ripresa cala di ritmo e non riesce più ad essere determinante nell'area di rigore avversaria. Il Bologna è la vera rivelazione di questo avvio di campionato e l'attuale è il  migliore degli ultimi 21 anni.  La Lazio prosegue nella sua alternanza di risultati che non le consente di emergere  nelle posizioni di vertice.

L’Inter  vince 2-1  al Gewiss Stadium contro l’Atalanta al termine di una partita combattuta fino alla fine.  Sotto una pioggia battente i nerazzurri  ottengono tre punti pesanti sul campo di una squadra imbattuta che non aveva ancora subito gol. A  seguito di  un contrasto aereo Pavard si fa male  al ginocchio ed è costretto ad uscire. Il suo sostituto Darmian è subito protagonista perché Calhanoglu lo lancia in profondità,  l’esterno  anticipa il portiere Musso che in uscita lo atterra.  Calhanoglu  al 39’  dal  dischetto realizza. La capolista non si ferma e il secondo tempo vede gli ospiti più propositivi.  Lautaro  dopo essersi visto annullare un gol per fuorigioco, segna  al 57’  da posizione  defilata con un gran tiro a giro di  destro sul secondo palo. La reazione bergamasca è immediata: Lookman ruba palla a un ingenuo Dimarco e serve Scamacca che al 60’  tutto solo accorcia le distanze. Nel finale  i bergamaschi  sfiorano anche il pareggio, con il portiere dell’Inter Sommer che è decisivo in alcune parate. L’Inter  resiste e porta  a casa un successo importante (il  quinto su cinque gare in trasferta)  al cospetto di una Atalanta, che nonostante la sconfitta non  ha demeritato .

Il Milan perde clamorosamente a S. Siro 0-1 contro l'Udinese, al  suo primo successo stagionale in campionato. A decidere il match un calcio di rigore calciato da Roberto Pereyra, al 63'  concesso per un ingenuo pestone di Adli sul piede di Ebosele.  Grande merito  dell'Udinese è stato quello  di annullare  la fase offensiva della squadra di Pioli e poi  ripartire  per  sfiorare più volte il vantaggio.  La nuova Udinese di Cioffi  ha disputato  una partita ordinata, attenta e ha meritato la vittoria. Il Milan è apparso senza idee ed  energie, incapace di reagire dopo lo svantaggio, ed ha continuato a recitare un copione lento e prevedibile, fatto di cross improbabili dalla trequarti sempre preda  dei centrali dell’Udinese. Soltanto nel finale di gara il Milan prova a cercare la rete del pareggio, ma il portiere Silvestri in grande forma, le nega la gioia del gol in almeno tre occasioni. I rossoneri sono reduci da un periodo negativo  con un solo punto nelle ultime tre giornate. Pioli appare sfiduciato dalla squadra e la società intende richiamare Ibrahimovich non si sa con quali mansioni. Forse per affiancarlo?

Il  Napoli passa 2-0 all'Arechi contro una Salernitana sempre più in crisi.  Ancora senza Osimhen, Garcia conferma Raspadori al centro dell'attacco. All'Arechi  fin dalle prime  battute  i campioni d'Italia dimostrano determinazione e creano due occasioni da gol in dieci minuti con Kvaratskhelia e Raspadori. Gli attaccanti di Garcia  sono veloci nello scambiare palla e sfruttano con continuità le sovrapposizioni sulla fasce di Olivera e Di Lorenzo. Al 13' c’è  il vantaggio  del Napoli. La difesa della Salernitana nel suo possesso palla tarda a  ripartire e ciò consente a Lobotka di contrastare l'avversario con efficacia. Lo slovacco serve Raspadori, liberatosi sulla destra,  che realizza  con un  gran tiro in diagonale.  Nella ripresa i padroni di casa provano a reagire, ma è il Napoli  all’82' a trovare il raddoppio, dopo  aver sfiorato  due volte il gol. Elmas si libera sulla sinistra, entra in area di rigore e conclude con un destro a giro che trafigge Ochoa. La Salernitana dopo questa sconfitta  resta in fondo alla classifica, ma per Filippo Inzaghi,  arrivano delle indicazioni positive  relative all'atteggiamento  mentale della sua squadra.  Il Napoli sta assimilando sempre più i nuovi schemi di Garcia e  si conferma  in ripresa  nel proseguire  la  sua rincorsa in classifica.

La Juventus vince al Franchi contro la Fiorentina per 1-0 e raggiunge il secondo posto in solitaria a due punti dall’Inter capolista. L’inizio della partita vede il lungo applauso dello stadio viola con le due formazioni abbracciate a centrocampo per sostenere la Toscana in questo momento di difficoltà.  La Juventus  passa in vantaggio al primo  e unico tiro in porta del primo tempo. Al   9’ Kostic   dribbla alcuni avversari sulla fascia sinistra e crossa rasoterra all'interno dell'area viola. Martinez non riesce ad intervenire, così il tocco di Miretti è determinante per realizzare.  La Fiorentina   reagisce  ed è abile fino all’area di rigore, ma si imbatte contro la coriacea difesa juventina.  I toscani avrebbero meritato il pareggio,  ma non sempre nel calcio vince chi gioca meglio.  E’ stata una Juve poco tonica,  ma  cinica e con una grande organizzazione difensiva. Anche così si vincono i campionati.

Nelle gare della domenica colpo esterno del Monza che va a vincere a Verona grazie a una doppietta di Colombo e a una rete di Caldirola. Per Baroni c'è aria di esonero dopo due punti conquistati nelle ultime nove gare. Il Cagliari continua nella sua striscia di risultati positivi e batte di misura il Genoa, ancora una volta grazie alla grande esperienza del proprio allenatore Claudio Ranieri che effettua delle giuste sostituzioni e cambia volto alla partita. Il Frosinone dà spettacolo nel secondo tempo e anche se rischia nel finale, batte 2-1 l'Empoli grazie a due bellissimi gol. L’undicesima giornata di Serie A si chiude con il 2-1 del Torino al Sassuolo. Granata subito in vantaggio al 5' con Sanabria, ma al 18' Thorstvedt pareggia su assist di Berardi. A decidere la sfida è  Vlasic  che segna a metà ripresa e regala i tre punti e la seconda vittoria consecutiva a Juric. 

Di seguito  i risultati della 11^ giornata di  campionato

BOLOGNA-LAZIO 1-0  SALERNITANA-NAPOLI 0-2   ATALANTA-INTER 1-2

MILAN-UDINESE 0-1  VERONA-MONZA 1-3     CAGLIARI-GENOA 2-1

ROMA-LECCE 2-1  FIORENTINA-JUVENTUS 0-1 

FROSINONE-EMPOLI  2-1 TORINO-SASSUOLO 2-1

 

 

 

Rate this item
(0 votes)
© 2022 FlipNews All Rights Reserved