L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Ambiente/ Erbicidi nell’acqua:dati senza appello.

By Nunzio Ingiusto January 06, 2021 2435

 

Il Rapporto nazionale sui pesticidi denuncia una situazione fuori controllo. La pianura padano-veneta la più colpita.

Erbicidi a tutto spiano, acque contaminate e controlli ancora insufficienti. È così che la pianura padana - veneta è risultata particolarmente inquinata nelle analisi dell'Ispra: il Sistema per la Protezione dell'Ambiente. I dati diffusi a fine 2020 aprono la speranza ad interventi ed azioni più severi sui territori, da Nord a Sud. Il Rapporto nazionale pesticidi è frutto di 4.775 punti di rilevazione e 16.962 campioni. Uno spaccato interessante su cosa succede nelle acque superficiali italiane.

Passato finora un po 'sotto silenzio il documento è l'ennesimo campanello d'allarme sullo stato dell'ambiente italiano, tema che starebbe più a cuore alla politica. Intanto non è necessario scaricare in grandi quantità i fertilizzanti per compromettere migliaia di ettari di campagna. Gli effetti di cui le autorità si sono preoccupati poco, si hanno anche con concentrazioni di sostanze molto basse. Da un elenco di 426 possibili prodotti tossici, le indagini nei campi ne hanno trovate circa 300.

Nella pianura padana-veneta, al centro già di inchieste sull'acqua inquinata, i pessimi risultati derivano dalle intense attività in agricoltura e dalla particolare situazione idrologica dell'area. Il Rapporto contiene i dati di tutte le Regioni e l'altra particolarità è che gli erbicidi hanno fatto danni anche in zone dove prima non si trovavano. Ebbene, Regioni e Ministero dell'Ambiente ora sanno da dove cominciare.Più nello specifico in un anno si è scoperto che "415 punti di monitoraggio (21% del totale) hanno concentrazioni superiori ai limiti consentiti. Come? Mediante erbicidi glisolfati e fungicidi tra i più pericolosi. Dietro tutto questo c'è il business miliardario delle vendite di fitosanitari che solo nel 2018 sono state di 115 mila tonnellate. Chissa se il pregio più grande del Rapporto Ispra sta nel cercare di fermare la vendita di sostanze così nocive.


Rate this item
(0 votes)
Last modified on Wednesday, 06 January 2021 22:46
© 2022 FlipNews All Rights Reserved