L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Portogallo: la transizione verde travolge il premier Antonio Costa.

By Nunzio Ingiusto  November 08, 2023 260
 
              Antonio Costa
António Costa non è più a capo del governo del Portogallo. Si è dimesso per sospetta corruzione in un giro d'affari legato all'idrogeno verde ed al commercio di litio una materia rara utile per le batterie. 
L'economia verde fa pagare, cosi, un prezzo altissimo al leader socialista pottoghese in carica dal 2015. 
Il Portogallo è molto avanti sull'economia verde, ma  le cose non vengono fatte in modo trasparente. 
Il terremoto politico ha raggiunto il suo apice dopo un'indagine partita nel 2021. Erano state intercettate telefonate del premier in merito anche alla scoperta di una importante miniera di litio. 
La polizia ha setacciato la casa di Costa alla ricerca di prove e i ministeri dell'Ambiente e delle Infrastrutture. In stato di fermo si trovano il capo di gabinetto di Costa Vítor Escaria, l'imprenditore Diogo Lacerda Machado, il sindaco di Sines Nuno Mascarenhas. Sono tutti accusati di corruzione, traffico d'influenza e abuso d'ufficio.
 
 Il Presidente della Repubblica portoghese Marcelo Nuno Duarte Rebelo de Sousa, davanti alle accuse degli inquirenti, non ha potuto fare altro che ha accettare le dimissioni. 
 
A gennaio la Procura della Repubblica di Lisbona aveva confermato l'esistenza di un'indagine su idrogeno e litio che coinvolgeva il governo coperta da segreto istruttorio, ma poi le intercettazioni erano state autorizzate.
 
Costa si è dimesso, ma si è difeso: " voglio dire ai portoghesi, guardandoli negli occhi, che non ho sulla mia coscienza il peso di nessun atto illecito, ho piena fiducia nella giustizia nazionale". 
Se ci sono dei sospetti, allora è giusto che le autorità facciano il proprio dovere, è il giudizio finale dell'ormai ex premier. 
 
I giudici prima di agire hanno spiegato che "i sospetti hanno invocato il nome del primo ministro" riferendo di suoi interventi diretti per mandare avanti le procedure e quindi gli affari nell'economia verde. 
Sarà tutto vero ?  Nell'indagine sono coinvolti anche il ministro delle Infrastrutture João Galamba e quello dell’Ambiente Duarte Cordeiro. 
Sul suo futuro António Costa sembra avere le idee chiare. “È finita una fase della mia vita “ ha detto. “ I procedimenti penali raramente sono rapidi e non aspetterei le conclusioni dei procedimenti per trarre conclusioni”. Ora si aspetta la data delle nuove elezioni. Senza Costa candidato .  
Rate this item
(0 votes)
Last modified on Wednesday, 08 November 2023 00:25
© 2022 FlipNews All Rights Reserved