L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

NATURALMENTE EDU - Un interessante progetto di Educazione ambientale - Conversazione con Viviana Isernia

By Roberto Fantini May 19, 2021 2117

NaturalMente EDU APS è un'Associazione di Promozione Sociale nata nel settembre del 2020, con lo scopo di favorire una più attenta consapevolezza e una più profonda sensibilità nei confronti dell'ambiente, invitando anche alla partecipazione attiva a difesa di quanto resta del mondo (tanto ferocemente ferito) della natura.

L'Associazione, creata da educatori ai diritti umani, sociologi, letterati, esperti di giurisprudenza, informatica e agricoltura, si rivolge, in particolar modo, a bambini e ragazzi di ogni età, nonché alle loro famiglie e a docenti ed educatori.

A Viviana Isernia, vera “madre fondatrice” dell'associazione, abbiamo rivolto alcune domande, con lo scopo di comprenderne finalità, metodi ed obiettivi.

  • Il progetto di questa Associazione è certamente qualcosa che coltivavi già da molto tempo. Quanto le limitazioni della libertà individuali e collettive derivanti dall '”emergenza covid” hanno potuto incidere sulle tue scelte?

   L'idea di una realtà associativa dedicata al rispetto dell'ambiente è stata inizialmente frenata dall'arrivo della pandemia da Covid-19. Insieme agli altri Soci fondatori non ci siamo persi d'animo e dopo l'estate 2020 abbiamo iniziato il lungo percorso burocratico per essere operativi. In realtà l'idea progettuale iniziale era un po 'diversa da quella attuale. La nostra prima scelta era di offrire dei luoghi aperti per permettere, senza vincoli di distanza, il prosieguo della tradizionale didattica scolastica. Ci hanno fatto riflettere sul fatto che il mondo durante il primo lockdown si è fermato in tutta la sua velocità, ma ha permesso all'ambiente di rinascere e di essere osservato con occhi nuovi,ad alcune specie di animali di farsi strada in luoghi difficili e prima inaccessibili per loro, a causa dell'intensa attività degli esseri umani, e alle persone di riscoprire l'effetto benefico delle passeggiate all'aria aperta e l'apprezzamento della flora e della fauna a cui raramente si faceva caso. Abbiamo, quindi, ampliato il progetto rivolgendolo non solo alle scuole ma all'intera comunità educante con l'obiettivo di far conoscere l'importanza del rispetto dell'ambiente.

  • In che senso le vostre attività sono pensate come rivolte alla “comunità educante”?

   Si parla troppo spesso di "progetti  per  le donne", "progetti  per  i bambini", progetti  per  i migranti "ecc.

Per "comunità educante" intendiamo una rete di persone che educa e collabora per un bene comune, attraverso le sue forze, le sue diversità e caratteristiche specifiche. Il nostro motto è partecipazione e cooperazione. Le nostre attività, quindi, sono rivolte a bambine e bambini, ragazze e ragazzi di ogni grado scolastico e alle loro famiglie, ad adulti, docenti ed educatori, operatori sociali o famiglie che seguono l'educazione parentale, ma le stesse attività si articolano secondo la creatività dei partecipanti: progetti  CON  giovani e adulti. 

  • Sicuramente la vostra Associazione si prefigge numerose finalità. Quali ritieni che meriterebbero una particolare sottolineatura?

   La finalità principale è la promozione di azioni e idee che parlino il linguaggio dell'accoglienza, dell'inclusione e della salvaguardia dell'ambiente, tradotte in attività laboratoriali in cui tutte e tutti hanno un coinvolgimento attivo. In questo momento dedichiamo il maggior tempo all'infanzia e all'adolescenza che maggiormente hanno - secondo la nostra opinione - subito le conseguenze della pandemia. La nostra sede operativa è nella Regione Campania dove le scuole hanno riaperto poco prima di Pasqua 2021: è importante garantire ai giovani spazi per preservare la socializzazione, il diritto all'istruzione e al gioco.

A breve, partiremo con due progetti: il primo, "Favole in natura", per bambine e bambini dai 6 agli 11 anni; il secondo, per appassionati di fotografia.

Non mancheranno iniziative in altri territori.

  • A livello metodologico come pensate di procedere? Di quali strumenti educativi pensate soprattutto di avvalervi?

   Le metodologie educativo-didattiche di cui ci avvaliamo sono relative all'Educazione ai Diritti Umani del Consiglio d'Europa. In particolare, l'apprendimento esperienziale e l'apprendimento olistico, attraverso cui si sviluppa la persona nel suo complesso, ovvero nel suo potenziale intellettuale, emotivo, sociale, fisico, artistico, creativo e spirituale.

  • Cosa occorre, a questo punto, alla vostra Associazione, per potersi mettere pienamente in moto?

   Anche per progetti partecipativi - ahimè - servono dei fondi! Il mondo degli enti del terzo settore pone dei limiti purtroppo alle associazioni di recente istituzione, poiché la maggior parte dei bandi a cui avremmo potuto partecipare già dall'anno scorso istituivano il requisito di essere attivi da almeno 2 anni. Non ci siamo persi d'animo e abbiamo attivato un mini progetto di crowdfunding sulla piattaforma "Produzioni dal Basso". Anche in questo caso lo abbiamo elaborato come un progetto esperienziale: le persone apprendono informazioni curiose attraverso la scoperta di elementi, caratteristici del nostro "percorso-natura", che ricevono dopo la donazione.

Il progetto termina il 1 giugno e si può partecipare attraverso questo link:  https://www.produzionidalbasso.com/project/progetto-naturalmente-edu-vivi-la-natura-per-un-benessere-equo-e-sostenibile/

 

Altri modi per sostenerci sono:

* nella casella per destinare la quota del 5x1000 firmando nel riquadro che riporta la dicitura "Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale ..." si può indicare il nostro codice fiscale:  90043860601

   * contattarci per avviare collaborazioni in territori limitrofi al Basso Lazio / Alto Casertano

   * condividere sui canali Facebook, Instagram, Twitter il progetto "Favole in Natura"

Questi i contatti della Associazione:

Mail:  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

https://www.facebook.com/naturalmenteeduaps

https://www.instagram.com/naturalmenteeduaps/

https://twitter.com/NaturalMenteEDU

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Wednesday, 19 May 2021 21:38
© 2022 FlipNews All Rights Reserved