L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Sport (205)

 

Rino R. Sortino

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Solo Napoli, Inter e Juventus vincono la terza partita consecutiva rimanendo prime a punteggio pieno, anche la Sampdoria avrebbe avuto la possibilità di trovarsi lassù ma il maltempo ha “cancellato” e rinviato la gara interna contro la Roma. Cadono clamorosamente il Milan, che prende quattro ceffoni dalla Lazio e apre la solita crisi rossonera e il Verona, che prende cinque reti in casa contro la Fiorentina. Già in difficoltà, ma con ancora davanti tutto il tempo possibile per rimediare, Genoa, Sassuolo, Verona, Crotone e Benevento.


La Juventus batte il Chievo e procede a punteggio pieno dopo tre giornate, la squadra di Allegri stenta inizialmente ma col passar dei minuti ribadisce, nonostante la scarsa forma, di essere di gran lunga superiore ai clivensi, ora fermi a tre soli punti. Reti di Higuain, Hetemaj (aut.) e Dybala. Vittoria dell’Inter contro la Spal, che conferma di essere una squadra molto ben organizzata e capace di giocare alla pari dei neroazzurro che, però, dispongono di giocatori in grado di fare la differenza e decidere la partita. Reti di Icardi e Perisic. L’Atalanta riesce a batte il Sassuolo e conquistare i primi punti della stagione, gli emiliani non hanno demeritato ma agli orobici è bastata una maggior determinazione. Reti di Cornelius, Sensi e Petagna. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto pareggio ma fra Cagliari e Crotone, entrambe alla ricerca di punti preziosi, hanno avuto la meglio i sardi che approfittano anche di una scarsa forma degli avversari. Rete di Sau. La Fiorentina stravince senza fatica a Verona e conquista i sui primi punti di questo campionato, per la squadra di Pecchia una brutta battuta d’arresto che mette già a serio rischio la panchina scaligera. Reti di Simeone, Thèrèau, Astori, Veretout e Gil Dias. L’Udinese batte il Genoa di misura al termine di una brutta partita, caratterizzata da tante ammonizioni e due espulsioni che hanno condizionato la partita. Rete di Jankto. Sampdoria contro Roma è stata rinviata a data da destinarsi causa maltempo. Il Milan perde in casa della Lazio grazie a una magistrale prova dei ragazzi di Simone Inzaghi, capaci di annichilire fin dalle prime battute una squadra apparsa tutto meno che il Milan. Reti di Immobile (3), Luis Alberto e Montolivo. Terza sconfitta consecutiva del Benevento, che contro il Torino gioca meglio e crea più dei granata, apparsi ancora molto lontani da una decente forma fisica, ma subisce proprio all’ultimo secondo il gol beffa. Rete di Iago Falque. il Napoli vince a Bologna e viaggia anch’esso a punteggio pieno, la gara contro i felsinei è stata tutt’altro che una passeggiata infatti l’aggressività dei locali spesso ha messo in difficoltà i partenopei che grazie a pazienza e umiltà, col passare del tempo guadagna terreno e vittoria. Reti di Callejon, Mertens e Zielinski.


Risultati
Atalanta-Sassuolo 2-1; Benevento-Torino 0-1; Bologna-Napoli 0-3; Cagliari-Crotone 1-0; Verona-Fiorenina 0-5; Inter-Spal 2-0; Juventus-Chievo 2-0; Lazio-Milan 4-1; Sampdoria-Roma (rinviata); Udinese-Genoa 1-0.


Classifica
Napoli, Juventus e Inter 9; Lazio e Torino 7; Sampdoria* e Milan 6; Bologna e Spal 4; Udinese, Cagliari, Atalanta, Fiorentina, Chievo e Roma* 3, Sassuolo, Verona, Crotone e Genoa 1; Benevento, 0.
* Roma e Sampdoria una gara in meno.


Prossimo turno
Crotone-Inter; Fiorentina-Bologna; Roma-Verona; Sassuolo-Juventus; Milan-Udinese; Napoli-Benevento; Spal-Cagliari; Torino-Sampdoria; Chievo-Atalanta; Genoa-Lazio

Vincono tutte a fatica ma conquistano la testa della classifica a punteggio pieno Sampdoria, Juventus, Milan, Inter e Napoli, che faticano contro Fiorentina, Genoa, Cagliari, Roma e Atalanta. Sorprendentemente ancora ferme a zero punti Fiorentina, Cagliari, Udinese e Atalanta.

La Juventus batte il Genoa ma soffre fin dalle prime battute, non a caso i grifoni dopo sette minuti avevano già “bucato “ due volte Buffon e sfiorato il terzo gol. Nella ripresa, grazie anche a un vistoso calo del Genoa, i bianconeri prendono il sopravvento e conquistano la seconda vittoria di fila. La Roma gioca bene, colpisce tre legni e sciupa troppe occasioni sotto rete, ringrazia e ne approfitta l’Inter che grazie anche alla doppietta di Icardi torna a casa in vetta alla classifica. Nemmeno dodici minuti di extra time sono bastati al Benevento per (almeno) pareggiare contro il Bologna, bravo a passare in vantaggio e fortunato a mantenere inviolata la porta di Mirante. Fra Crotone e Verona prevale la voglia di non perdere e conquistare il primo punto della stagione, agli scaligeri un maggior possesso palla. La Sampdoria espugna il campo della Fiorentina grazie al meritato doppio vantaggio firmato Caprari-Quagliarella, la viola accorcia a inizio ripresa ma nonostante il forcing finale rimane a bocca asciutta. Il Milan fatica e contro il Cagliari riesce a conquistare l'intera posta grazie alla prodezza di Suso che regala il punteggio pieno alla sua squadra. Contro il Napoli, l’Atalanta parte forte e dopo essere passata in vantaggio rischia più volte di raddoppiare, ma nella ripresa i partenopei ripartono a testa bassa e chiudono vincendo. La Spal trova la sua prima vittoria in serie A, dopo una lunga assenza durata ben quatantanove anni, a danni dell’Udinese, capace di rimontare il doppio svantaggio ma incapace di rimanere concentrata fino all'ultimo secondo. Netta vittoria del Torino che con una gara superba riesce a ottenere tre importanti punti contro il Sassuolo, ancora fermo a zero punti. La Lazio gioca bene solo nel secondo tempo ma tanto basta per avere la meglio sul Chievo, apparso ancora fuori forma.

Risultati

Benevento - Bologna 0-1; Genoa - Juventus 2-4 Roma - Inter 1-3; Torino - Sassuolo 3-0; Chievo - Lazio1-2; Crotone - Verona0-0; Fiorentina - Sampdoria 1-2; Milan - Cagliari 2-1; Napoli - Atalanta 2-1; Spal - Udinese 3-2

Classifica

Sampdoria, Juventus, Inter, Milan e Napoli 6, Bologna, Torino, Lazio e Spal 4; Chievo e Roma 3, Sassuolo, Verona, Crotone, Genoa 1, Udinese, Benevento, Cagliari, Fiorentina e Atalanta 0.

Prossimo turno

Atalanta-Sassuolo; Benevento-Torino; Bologna-Napoli; Cagliari-Crotone; Verona-Fiorenina; Inter-Spal; Juventus-Chievo; Lazio-Milan; Sampdoria-Roma; Udinese-Genoa

Come da copione, anche se non certamente scontato, vincono le così dette “grandi, ossia Juventus, Napoli, Roma, Milan e Inter, comprese Chievo e Sampdoria, che vincono in rimonta su Udinese e Benevento, pareggiano Lazio, Spal, Genoa, Sassuolo, Bologna e Torino.

Nessun problema per i campioni d'Italia che esordiscono in casa contro il Cagliari, ancora troppo debole, o incompleto, per poter dire la sua contro i bianconeri. Reti di Higuain, Dybala e Manfzukic. Il Napoli vince contro il neopromosso Verona, ma soffre troppo nei minuti finali quando gli scaligeri, sotto di due reti, provano una improbabile rimonta. Reti di Pazzini, Souprayen, Milik e Ghoulam. La Roma suda e fatica sette camice contro l’Atalanta ma alla fine riesce a tenere inviolata la porta e portare a casa tre punti. Rete di Kolarov.Il Milan vince facile a Crotone confermando il buon pre campionato, troppo deboli i calabresi. Reti di Kessie, Cutrone, Suso L’Inter batte una Fiorentina incapace e priva di idee, buona quindi la prima di Spalletti. Reti di Icardi (2) e Perisic. La Sampdoria, che esordisce in casa contro il Benevento, soffre inizialmente ma riesce a ribaltare lo svantaggio e iniziare col piede giusto. Reti di Ciciretti e Quagliarella (2). Fra Udinese e Chievo regna l'equilibrio e un pareggio sarebbe stato più giusto, ma una gran giocata di Birsa regala la vittoria ai clivensi. Reti di Inglese, Thereau e Birsa. La Lazio non rirsce a battere una Spal caparbia e, forse, più in forma di essa. Quindi partenza zoppicante, ma non preoccupante, per gli uomini di Inzaghi. Il Sassuolo pareggia in casa contro il Genoa, che questa sera è apparso più smagliante degli avversari. Giusto pareggio fra Bologna e Torino, che si sono affrontate a viso aperto e senza esclusione di colpi. Reti di Di Francesco e Ljajic.

Risultati

Juventus - Cagliari 3-0; Verona - Napoli 1-3; Atalanta - Roma 0-1; Bologna - Torino 1-1; Crotone - Milan 0-3; Inter - Fiorentina 3-0; Lazio - Spal 0-0; Sampdoria - Benevento 2-1; Sassuolo - Genoa 0-0 Udinese - Chievo 1-2

Classifica

Chievo, Juventus, Napoli, Roma, Milan, Sampdoria e Inter 3, Bologna, Torino, Lazio, Spal, Sassuolo e Genoa 1, Udinese, Benevento, Verona, Crotone, Cagliari, Fiorentina e Atalanta 0.

Prossimo turno

Benevento - Bologna   Genoa - Juventus Roma - Inter   Torino - Sassuolo   Chievo - Lazio Crotone - Verona Fiorentina - Sampdoria   Milan - Cagliari Napoli - Atalanta Spal - Udinese

La Lazio conquista la Supercoppa italiana, l’ultimo trofeo a disposizione del 2017. Una vittoria meritata se si considera, inoltre, che l’ha conquistata contro la Juventus la quale, seppur alla ricerca della forma migliore, sempre Juventus si chiama. Partita divertente ed emozionante, che ha visto sin dalle prime battute una squadra, quella di Inzaghi, più caparbia e decisa, non a caso intorno alla mezz’ora Ciro Immobile metteva la firma sulla rete che sbloccava la partita e paralizzava i bianconeri, che da li alla fine della prima frazione limitavano i danni evitando il raddoppio in almeno un paio di occasioni. Nella ripresa la squadra di Allegri non ha avuto nemmeno il tempo di organizzarsi perché ancora Immobile gelava ogni idea con un colpo di testa che mandava in visibilio l’Olimpico, una rete che avrebbe spezzato le ali a chiunque ma non alla Juventus che verso la fine della gara trova due reti con Dybala, bravo e freddo nel realizzare prima un calcio di punizione e poi un calcio di rigore. Con i tempi supplementari a ridosso e il morale sotto i piedi, a salvare la Lazio ci pensa un ragazzino, tal Murgia, che entrato da soli dieci minuti trova il giusto inserimento per piazzare alle spalle di Buffon la palla della vittoria.

Juventus: Buffon; Barzagli, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disp. Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Lichtsteiner, Asamoah, Bentancur, Sturaro, Marchisio, Douglas Costa, Bernardeschi, Kean. All. Allegri.  

Lazio: Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu; Basta, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Milinkovic, Immobile. A disp. Vargic, Guerrieri, Hoedt, Luiz Felipe, Patric, Lukaku, Marusic, Di Gennaro, Murgia, Felipe Anderson, Palombi, Caicedo. All. Simone Inzaghi.  

Reti: Dibala (2), Immobile (2) e Murgia.

Castellammare del Golfo (Trapani). Alla beach arena situata sul litorale de La Playa ha preso il via il 30 giugno, in una giornata caratterizzata dal caldo, la prima giornata di gare della tappa siciliana del campionato italiano di serie A maschile di beach soccer Figc-Lnd. Il format del massimo torneo nazionale maschile articolato in due gironi nazionali, composti da nove squadre ciascuno per un totale di 18 compagini prevede per ciascuno dei due gironi, tre tappe di qualificazione, con una formula nella quale le squadre si incontrano, nell'ambito del proprio girone, con gare di sola andata da disputarsi nelle giornate del venerdì, del sabato e della domenica. La tappa di Castellammare è la prima del Girone B, le successive saranno disputate a Luglio a Viareggio e Catanzaro Lido. Al termine delle tappe di qualificazione le prime quattro squadre dei due gironi (A e B) disputeranno la fase finale per l’assegnazione dello scudetto tricolore, il prossimo agosto.

Le squadre partecipanti: Catania, Napoli, Lamezia, Sicilia, Terracina, Ecosistem Catanzaro, Barletta, Atletico Licata e Canalicchio Catania.

Alcune partite saranno trasmesse in diretta streaming su repubblica.it e corrieredellosport.it, sulla pagina Facebook ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti (Facebook.com/LegaDilettanti) e sul sito web ufficiale beachsoccer.lnd.it . Per gli approfondimenti consultare il sito ufficiale della manifestazione beachsoccer.lnd.it

Visita anche la pagina Facebook della Tappa di Castellammare: Tappa B2875 beach soccer Figc/Lnd.

Cardiff. E venne il giorno di Juventus e Real Madrid, le due migliori squadre europee, se non del mondo, una di fronte all'altra per entrare nella storia. Anche se è risaputo che in una finale come questa e con squadre come queste, la bilancia pende in parti uguali e nessuno parte favorito, la marcia trionfale dei bianconeri aveva fatto sbilanciare gran parte degli addetti ai lavori e non solo, propensi tutti a una facile e scontata vittoria juventina. Sensazione che si era quasi concretizzata nei primi quarantacinque minuti, dove la Juve aveva messo "sotto" i madrilisti, capaci di passare in vantaggio ma incapaci di bloccare l'immediata e potente reazione bianconera, che aggiunta a un maggior possesso palla, lasciavano presagire a una gara "più che alla portata". Nella ripresa però, inspiegabilmente i comportamenti si sono capovolti e il Real ritorna "magico", inbriglia gli avversari con trame veloci e potenti, tanto da non permettergli di effettuare un solo tiro verso Navas e, addirittura, rinfilare a Buffon ben tre reti, esattamente tante quante ne aveva prese nell'intera manifestazione. Una autentica catastrofe psicologica che difficilmente la Juventus e i suoi tifosi dimenticheranno, una batosta che non cancella i freschi tricolori di coppa Italia e campionato, ma che sicuramente li ofuscherà irrimediabilmente.

Juventus - Real Madrid 1-4

Reti: Mandzukic, Ronaldo (2), Casemiro e Asensio

Arbitro: B. Felix

JUVENTUS: Buffon, Barzagli (Cuadrado), Bonucci, Chiellini, Alves, Pjanic (Ĺichtstainer), Kedira, Sandro, Dybala (Lemina), Higuain, Mandzukic. Allenatore M. Allegri

REAL MADRID: Navas, Carvajal, Ramos, Varane, Marcelo, Kroos (Asensio) Casemiro, Modric, Isco (Bale), Benzema (Morata), Ronaldo. Allenatore:Z. Zidane

L'ultima giornata, quella degli addii o degli arrivederci, se non aveva più nulla dire in chiave scudetto, era importante invece per Roma e Napoli le quali, in cerca della piazza d'onore, valida all'accesso diretto in Champions League, affrontavano una in casa il Genoa, ormai salvo e l'altra la Sampdoria in trasferta, anch'essa in posizione tranquilla. Hanno vinto entrambe e quindi hanno avuto la meglio gli uomini di Spalletti, forti di un punto su quelli di Sarri. La lotta per non retrocedere invece, vedeva ancora coinvolte Empoli e Crotone, la prima a Palermo e la seconda in casa contro la Lazio e in virtù di questi risultati rimane in serie A il Crotone, che compie un autentico miracolo calcistico, al contrario dell'Empoli.

La Juventus chiude la stagione con una vittoria esterna contro il Bologna, che per onor di cronaca, oggi non meritava la sconfitta,cosa però difficile contro la Juventus di questi tempi. Reti di Taider, Kean e Dybala. L'Atalanta vince una non facile partita contro il Chievo e raggiunge la riguardevole cifra di settandadue punti, un traguardo inimmaginabile alla vigilia. Rete di Gomez. La Roma batte il Genoa in extremis e, davanti a un Olimpico pieno per l'addio di Francesco Totti, conquista il secondo posto in campionato. Reti di Dzeko, Perotti, De Rossi, Pellegri e Lazovic. Solo preliminari Champions League per il Napoli che nonostante la vittoria esterna contro una buona Sampdoria deve accontentarsi della terza posizione. Reti di Quagliarella, Alvarez, Mertens, Insigne e Callejòn. Palermo contro Empoli era gara valida solo per i toscani, che in Sicilia si giocavano la permanenza nella massima serie , alla fine vincono i rosanero che condannano gli avversari alla retrocessione. Reti di Nestorovski ed Henrique. Il Crotone batte la Lazio e conquista una meritata salvezza che vale quanto uno scudetto. Reti di Nalini (2), Falcinelli e Immobile. L'Inter chiude la stagione con una rotonda vittoria contro l'Udinese ed entrambe salutano un anonimo campionato. Reti di Eder (2), Perisic, Brozovic, Angella, Balic e Zapata. Fra Torino e Sassuolo non c'era nulla in palio ed entrambe hanno giocato a viso aperto regalando al pubblico ben otto reti. Reti di Bojè, Baselli, De Silvestri, Lago Falque, Belotti e Defrel (3). Contro la Fiorentina Zeman e il Pescara salutano la serie A con una brillante partita e un inutile pareggio. Reti di Saponara, Caprari, Bahebek e Vecino. Inutile vittoria del Cagliari, già salvo,contro un Milan già sazio. Reti di Joao Pedro, Pisacane e Lapadula.

Risultati

Atalanta-Chievo 1-0; Palermo-Empoli 1-2; Roma-Genoa 3-2; Bologna-Juventus 1-2; Crotone-Lazio 3-1; Cagliari-Milan 2-1; Sampdoria-Napol 2-4; Fiorentina-Pescara 2-2; Torino-Sassuolo 5-3; Inter-Udinese 5-2.

Classifica

Juventus 91; Roma 87; Napoli 86; Atalanta 72; Lazio 70; Milan 63; Inter 62; Fiorentina 61; Torino 53; Sampdoria 48; Sassuolo 46; Udinese 45; Cagliari 47; Chievo 43; Bologna 41; Genoa 36; Crotone 34; Empoli 32; Palermo 26; Pescara 17.

La Juventus batte il Crotone e conquista per la sesta volta di fila il tricolore, Napoli e Roma battono Fiorentina e Chievo e si giocano il secondo posto negli ultimi novanta minuti di domenica prossima. Insieme a Lazio e Atalanta, già qualificate in Uefa League, si aggiunge il Milan che batte il Bologna e conquista un "povero" preliminare. Il discorso retrocessione non riguarda più il Genoa che batte il Torino e conquista la salvezza in anticipo, al contrario di Empoli e Crotone, che dovranno aspettare l'esito dell'ultima gara per saperne di più.

La Roma vince in casa del Chievo e, a novanta minuti dal termine, si tiene ben stretta la seconda posizione, valida per l'accesso diretto alla Champions League. Reti di Castro, Inglese (2), El Saarawy (2), Sala (2) e Dzeko. Il Napoli batte la Fiorentina e mantiene ancora viva la speranza di agganciare il secondo posto, distante ancora un punto. Reti d Koulibalyi, Insigne, Mertens (2) e Ilicic. L'Empoli perde in casa contro l'Atalanta e ora, per salvarsi, è costretto a fare punti domenica prossima a Palermo. Rete di Gomez. Il Milan soffre per trovare la via della rete ma alla fine ci riesce e liquida il Bologna con un perentorio tre a zero che lo qualifica ai prossimi preliminari di Europa League. Reti di Lapadula, Deulofeu e Honda. Il Sassuolo chiude il campionato davanti al proprio pubblico con un roboante sei a due al Cagliari che fa tutti felici e chiude un anno altalenante. Reti di Magnanelli, Berardi, Borriello (aut.), Politano, Iemmello, Matri, Sau e Ionita. Netta e scontata vittoria della Juventus che battendo in casa il Crotone conquista il suo sesto scudetto consecutivo e condanna i calabresi a giocarsi la salvezza solo all'ultima giornata. Reti di Dybala, Mandzukic e Alex Sandro. Giusto pareggio fra Udinese e Sampdoria, al termine di una gara che ha visto aggiudicarsi un tempo per ciascuna. Reti di Thereau e Muriel. Il Genoa conquista la vittoria contro il Torino e,contemporaneamente, una salvezza che viste le ultime prestazioni sembrava impossibile. Reti di Rigoni, Simeone e Ljajic. Partita strana quella fra Lazio e Inter, giocano meglio i biancocelesti che però finiscono la gara in nove uomini e lasciano l'intera posta ai nerazzurri, che fanno tre reti con due tiri in porta. Reti di Baldè, Andreoli, Hoedt (aut.) ed Eder.

Pescara contro Palermo, ha chiuso la penultima giornata di campionato, partita giocata per onor di firma in quanto entrambe già retrocesse.Vittoria finale dei locali. Reti di Muric e Mitrita.

Risultati

Empoli-Atalanta 0-1; Milan-Bologna 3-0; Sassuolo-Cagliari 6-2; Juventus-Crotone 3-0; Napoli-Fiorentina 4-1; Lazio-Inter 1-3; Pescara-Palermo 2-0; Chievo-Roma 3-5; Udinese-Sampdoria 1-1; Genoa-Torino 2-1.

Classifica

Juventus 88; Roma 84; Napoli 83; Lazio 70; Atalanta 69; Milan 63; Fiorentina e Inter 59; Torino 50; Sampdoria 48; Sassuolo 46; Udinese 45; Cagliari 44; Chievo 43; Bologna 41; Genoa 36; Empoli 32; Crotone 31; Palermo 23; Pescara 16.

Prossimo turno

Atalanta-Chievo; Palermo-Empoli; Roma-Genoa; Bologna-Juventus; Crotone-Lazio; Cagliari-Milan; Sampdoria-Napoli; Fiorentina-Pescara; Torino-Sassuolo; Inter-Udinese.

Roma. La Juventus batte la Lazio e conquista la Coppa Italia. Davanti ai sessantacinquemila spettatori dell'Olimpico, partono forte e agguerrite entrambe le formazioni ma a passare in vantaggio sono i bianconeri con una splendida rete segnata da Alves, "suggerito" meravigliosamente da Alex Sandro. La Lazio accusa il colpo e dopo una specie di reazione è costretta a subire il prepotente raddoppio della Juve che in micidiale contropiede colpisce con Bonucci. Nella ripresa la Lazio conquista gran parte del campo e ottiene un maggior possesso palla senza però riuscire a segnare un gol, che forse avrebbe riaperto la gara. Forse... Grazie a questa importante vittoria, la squadra di Allegri mette il primo "tassello" del sognato e sospirato "triplete" in bacheca.

Juventus - Lazio 2-0

Reti: 12° Alves e 25° Bonucci

Arbitro: Paolo Tagliavento

JUVENTUS: Neto, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alves, Rincon, Marchisio, Sandro, Dybala (Lemina), Higuain, Mandzukic. Allenatore M. Allegri

LAZIO: Strakosha, Bastos (Anderson), de Vrij (Alberto), Wallace, Basta, Parolo (Radu), Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic, Immobile, Keita. Allenatore: S. Inzaghi

La Juventus perde di brutto a Roma ed è costretta a rinviare, salvo sorprese, la festa scudetto di una settimana, per i giallorossi invece, una vittoria che li proietta in seconda posizione a danno del Napoli, che nel frattempo ha umiliato il Torino in casa propria. Bene, anzi benissimo, l'Atalanta, che pareggia contro il Milan e conquista l'accesso diretto alla prossima Uefa league mentre per la sesta posizione, valida per i preliminari, se la giocano Milan, Fiorentina e Inter. Il discorso retrocessione vede ancora coinvolte Genoa ed Empoli, sconfitte da Palermo e Cagliari e avvicinate pericolosamente dal Crotone, che battendo l'Udinese ha aumentato sensibilmente le sue chance salvezza.

L'Atalanta conquista un punto contro il Milan e ottiene meritatamente l'accesso diretto alla prossima Uefa League, i rossoneri invece, per mantenere la sesta posizione dovranno guardarsi le spalle dalla "viola". Reti di Deulofeu e ContLa Fiorentina batte sorprendentemente la Lazio (già qualificata in Europa League) e insidia adesso la sesta posizione occupata dal Milan. Reti di Babacar, Kalinic, Lombardi (aut.), Baldè e Murgia. Sassuolo sbanca san Siro ed esclude l'Inter dalle prossime competizioni europee, a favore di una tournée estiva (milionaria...) in Cina. Reti di Iemmello (2) ed Eder. Giusto pari fra Sampdoria e Chievo, che a Marassi si sono divertite e divise la posta, in segno della "degna" conclusione di un tranquillo e anonimo campionato. Reti di Quagliarella e Inglese. Il Cagliari vince in extremis un partita che gli assegna una posizione di tutto rispetto ma che inguaia proprio l'Empoli , adesso a un solo punto dalla possibile retrocessione. Reti di Sau, Farias (2), Zajc e Maccarone. Il Palermo, ormai retrocesso, batte un incerto Genoa che viene, automaticamente, risucchiato nella zona retrocessione. Rete di Rispoli. Il Napoli conferma la sua strepitosa forma e umila il Torino in casa propria. Reti di Callejòn (2), Insigne, Mertens e Zieĺinski. Al termine di una partita noiosa e di fine stagione, il Bologna batte il Pescara ed entrambe le squadre iniziano il conto alla rovescia di un sospirato "rompete le righe". Reti di Destro (2), Di Francesco e BahebeckIl Crotone continua a vincere e grazie alla vittoria sull'Udinese, a due giornate dal termine mantiene più che viva la speranza di raggiungere una squadra fra Empoli e Genoa. Rete di Rohden. La Roma batte la Juventus e riconquista la piazza d'onore, per i bianconeri una battuta d'arresto invece, che rinvia la festa scudetto. Reti di De Rossi, El Saarawy e Lemina.

Risultati

Fiorentina-Lazio 3-2; Atalanta-Milan 1-1; Inter-Sassuolo 1-2; Sampdoria-Chievo 1-1; Cagliari-Empoli 3-2; Palermo-Genoa 1-1; Torino-Napoli 0-5; Bologna-Pescara 3-1; Crotone-Udinese 1-0; Roma-Juventus 3-1

Classifica

Juventus 85; Roma 81; Napoli 80; Lazio 70; Atalanta 66; Milan 60; Fiorentina 59; Inter 56; Torino 50; Sampdoria 47; Udinese e Cagliari 44; Sassuolo e Chievo 43; Bologna 41; Genoa 33; Empoli 32; Crotone 31; Palermo 23; Pescara 14.

Prossimo turno

Empoli-Atalanta; Milan-Bologna; Sassuolo-Cagliari; Juventus-Crotone; Napoli-Fiorentina; Lazio-Inter; Pescara-Palermo; Chievo-Roma; Udinese-Sampdoria; Genoa-Torino.

© 2022 FlipNews All Rights Reserved