L'informazione non è un optional, ma è una delle condizioni essenziali dell'esistenza dell'umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per ottenere informazioni.

Sport (205)

 

Rino R. Sortino

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

Nella trentunesima giornata vincono Juventus e Roma, contro Chievo e Bologna, mantenendo quindi inalterata la distanza di sei punti fra di loro, mentre nello scontro al vertice fra Lazio e Napoli hanno la meglio gli uomini di Sarri che rinangono così terzi in classifica. L'Atalanta non va oltre il pareggio contro il Sassuolo ma guadagna un punto sull'Inter che perde faccia e partita a Crotone, torna a farsi sotto il Milan che batte il Palermo e si interpone pericolosamente fra le due. In fondo alla classifica il Crotone conquista una clamorosa e importante vittoria contro l'Inter che la rilancia in chiave salvezza, nulla da fare invece per Palermo e Pescara che continuano a lasciare importanti punti per strada e, con essi, le (molto poche) speranze di salvezza.

L'Empoli pareggia contro il Pescara e guadagna un punto in chiave salvezza, per gli abruzzesi di Zeman invece, un punto che non serve a nulla e che li rilega in fondo al gruppo. Reti di El Kaddouri e Caprari. L'Atalanta sbaglia una incredibile valanga di occasioni da gol e alla fine, contro il Sassuolo, raccoglie solo un punto che comunque gli permette di tenere sotto l'Inter. Reti di Cristante e Pellegrini. Importante vittoria della Juventus contro il Chievo, la squadra di Allegri, seppur con la testa alla prossima sfida contro il Barcellona, conquista tre punti che la avvicinano all'obiettivo finale, buona la gara dei clivensi. Reti di Higuain (2). Continua la serie positiva della Sampdoria che contro la Fiorentina , gioca con coraggio esprimendo anche un buon calcio, ma in vantaggio fino a due minuti dal termine, si fa raggiungere a causa di un errore difensivo. Reti di Fernandez, Gomez, Alvarez e Babacar. Il Genoa, che perde anche contro l'Udinese, non rischia la retrocessione ma regala ai suoi tifosi un'altra delusione, per i friulani invece una meritata vittoria che serve (solo) al morale. Reti di De Paul, Zapata e Rubinho. Il Crotone batte con merito l'Inter e riapre clamorosamente il discorso salvezza, infatti ora i calabresi si trovano a soli tre punti dal quart'ultimo posto e tante partite da giocare, per i nerazzurri invece arriva la seconda sconfitta consecutiva che li allontana dalla quinta posizione. Reti di Falcinelli (2) e D'Ambrosio. Il Milan ha la meglio sul Palermo e con una netta vittoria, in sul colpo supera l'Inter in classifica e si posiziona a un sol punto dalla quinta posizione. Per i rosanero un brutta tegola che li avvicina ulteriormente alla retrocessione. Reti di Suso, Pasalic, Bacca e Deulofeu. Il Bologna perde in casa contro la Roma e permette ai giallorossi di rimanere alle spalle, seppur a sei punti, dalla capolista. Reti di Fazio, Salah e Dzeko. Il Torino passa al sant'Elia al termine di una partita che il Cagliari ha provato a giocarsela a viso aperto ma che ha premiato la squadra più tecnica. Reti di Belotti, Borriello, Kwang, Ljajic e Acqua. Vincendo contro il Napoli, la Lazio avrebbe avvicinato in classifica proprio i partenopei e potersi giocare fino in fondo la terza, e perché no, seconda posizione di classifica . Invece la squadra di Inzaghi si lascia imbrigliare dai partenopei che alla fine meritano appieno la vittoria. Reti di Callejion e Insigne (2).

Risultati

Empoli-Pescara 1-1; Atalanta-Sassuolo 1-1; Juventus-Chievo 2-0; Sampdoria-Fiorentina 2-2; Udinese-Genoa 3-0; Crotone-Inter 2-1; Milan-Palermo 4-0; Bologna-Roma 0-3; Cagliari-Torino 2-3; Lazio-Napoli 0-3.

Classifica

Juventus 77; Roma 71; Napoli 67; Lazio 60; Atalanta 59; Milan 57; Inter 55; Fiorentina 52; Sampdoria 45; Torino 44; Udinese 40; Chievo 38; Cagliari 35; Bologna 34; Sassuolo 32; Genoa 29; Empoli 23; Crotone 20; Palermo 15; Pescara 14.

Prossimo turno

Inter-Milan; Roma-Atalanta; Palermo-Bologna; Cagliari-Chievo; Torino-Crotone; Fiorentina-Empoli; Pescara-Juventus; Genoa-Lazio; Sassuolo-Sampdoria; Napoli-Udinese.

La Juventus esce indenne dallo scontro al vertice contro il Napoli e lo allontana definitivamente da essa, la Roma, invece, batte l'Empoli in scioltezza e rimane,seppur a meno sei punti dalla vetta. Perde clamorosamente l'Inter in casa contro la Sampdoria e vince invece l'Atalanta contro il Genoa. In fondo alla classifica continuano a perdere Genoa ed Empoli, che anche se pur a piccoli passi,vedono avvicinarsi Pescara e Crotone.

Il primo anticipo della trentersima giornata fra Sassuolo e Lazio, ha offerto una partita abbastanza equilibrata che ha visto la Lazio vincere anche grazie a un po di fortuna, infatti ai biancocelesti va il merito di averci creduto fino in fondo e agli emiliani il demerito di avere fallito troppe occasioni sottorete, una vittoria che permette agli uomini di Inzaghi di tenere ben stretta la quarta posizione. Reti di Berardi, Immobile e Consigli (aut.). La Roma batte l’Empoli e, con un gol per tempo, conquista l’intera posta a danno di un avversario molto modesto, ai giallorossi è bastato controllare la gara con attenzione e affondare di tanto in tanto dentro una difesa assai “spensierata”. Gli uomi di Spalletti blindano così una seconda posizione di tutto rispetto. Reti di Dzeko (2).Pareggio giusto quello fra Torino e Udinese, da elogiare la clamorosa rimonta dei granata che sotto di due reti a venti minuti dalla fine trovano la forza di reagire e sfiorare la vittoria nei minuti finali. Reti di Moretti, Belotti, Jankto e Perica. Il Genoa perde in casa contro l’Atalanta dell’ex e indimenticato Gasperini, gli orobici hanno approfittato della profonda crisi del grifone per rifilargli cinque "sberle" e mantenere la quinta posizione in classifica. Reti di Gomez (3), Conti e Caldara. La Fiorentina batte il Bologna al termine di una partita giocata sotto tono, grazie anche alla scarsa opposizione dei felsinei che molto raramente hanno impensierito la viola. Rete di Babacar. Pesante sconfitta interna del Palermo contro il Cagliari, i rosanero prima si sono illusi e poi hanno subito la veemente reazione dei sardi che meritano la vittoria finale. Reti di Gonzalez, Ionica (2) e Borriello. Inaspettata sconfitta interna del Chievo contro un Crotone che ha interpretato al meglio la gara è sfruttato al massimo la scarsa concentrazione degli avversari. Reti di Pellissier, Ferrari e Falcinelli. Il Milan non riesce a battere il Pescara e dice addio alle residue speranze di conquistare una posizione di classifica tale da poterle permettere di partecipare alla prossima competizione Uefa. Reti di Paletta e Pasalic. Il Napoli non riesce a vincere lo scontro diretto contro la Juventus e, anche per questa stagione, dice addio al sogno tricolore. mette una seria ipoteca al tricolore, la squadra di Sarri avrebbe sicuramente meritato la vittoria ma i bianconeri hanno difeso, prima il vantaggio e poi il pareggio, con ordine e precisione. Reti di Hamsik e Kedira. L’Inter gioca bene ma spreca troppo, così la Sampdoria ne approfitta per conquistate l'intera posta e piazzarsi in nona posizione. Reti di D'Ambrosio, Schick e Quagliarella.

Risultati

Sassuolo-Lazio 1-2; Roma-Empoli 2-0; Torino-Udinese 2-2; Genoa-Atalanta 0-5; Fiorentina-Bologna 1-0; Palermo-Cagliari 1-3; Chievo-Crotone 1-2; Pescara-Milan 1-1; Napoli-Juventus 1-1; Inter-Sampdoria 1-2.

Classifica

Juventus 74;Roma 68; Napoli 64; Lazio 60; Atalanta 58; Inter 55; Milan 54; Fiorentina 51; Sampdoria 44; Torino 41; Chievo 38; Udinese 37; Cagliari 35; Bologna 34; Sassuolo 31; Genoa 29; Empoli 22; Crotone 17; Palermo 15; Pescara 13.

Prossimo turno

Empoli-Pescara; Atalanta-Sassuolo; Juventus-Chievo; Sampdoria-Fiorentina; Udinese-Genoa; Crotone-Inter; Milan-Palermo; Bologna-Roma; Cagliari-Torino; Lazio-Napoli.

Nulla di invariato in vetta alla classifica, comandata ancora dalla Juventus con Roma e Napoli che si inseguono e si alternano in seconda posizione, l’Atalanta ritrova la vittoria contro il modesto Pescara e raggiunge l’Inter, che a sua volta pareggia contro il Torino, in quinta posizione, vince anche il Milan che spera ancora in una qualificazione Uefa mentre la Fiorentina, pur vincendo a Crotone, sembra tagliata fuori dai giochi. Nemmeno in fondo alla classifica nulla di invariato infatti Palermo, Crotone e Pescara trovano l’ennesima sconfitta.

Contro il Torino, l’Inter prosegue la sua serie positiva e mantiena ben salda la quinta posizione in classifica, i granata sono stati premiati grazie a una prestazione di alto livello che non cambia di molto la deludente, ma tranquilla, posizione di classifica. Reti di Baselli, Acquah, Kondogbia e Candreva.

Prosegue anche la rincorsa del Milan, che contro il Genoa deve dare il meglio di se stesso per avere la meglio su una squadra che, seppur parlanino le circostanze, tutto è sembrato che una squadra in crisi, anzi. Risultato quindi ingiusto per i rossoblù ma che permette ai rossoneri di tentare l’aggancio a una “qualificazione”. Uega League. Rete di Fernadez.

Il Napoli passa anche a Empoli ma rischia di subire la clamorosa rimonta degli avversari i quali, sotto di retri nel primo tempo riescono ad accorciare per ben due volte e sfiorare a più riprese la rete del pareggio. Reti di El Kaddouri, Maccarone, Insigne (2) e Mertens.

Quando il Bologna andava a riposo sotto di una rete nessuno pensava che contro il Chievo si sarebbe potuto conquistare la vittoria ma nella ripresa la squadra di Donadoni si trasforma e rifila un poker agli avversari che valgono tre meritati punti. Reti di Castro, Verdi, Dzemail (2) e Di Francesco.

Crisi nera del Crotone, contro la Fiorentina i calabresi sono apparsi privi di gioco e idee lasciando via libera alla vittoria della viola, di misura, in extremis ma meritata. Rere di Kalinic.

La Juventus batte in trasferta la Sampdoria e consolida il primato in classifica, i blucerchiati hanno provato a più riprese a pareggiare ma i bianconeri hanno difeso a denti stretti l’importante vittoria. Rete di Quadrado.

Un tempo per uno permette a Cagliari e Lazio di pareggiare la partita e conquistare solo un punto, utile ai sardi per mantenere la tranquilla posizione di classifica e ai laziali per mantenere la quarta posizione.

Dopo la batosta di domenica scorsa contro l’Inter, l’Atalanta batte in scioltezza il Pescara e continua a sognare l’Europa, davvero poca la resistenza dei delfini contro la forte squadra di Gasperini. Gomez (2) e Grassi.

Netta vittoria dell’Udinese contro il malcapitato Palermo, i siciliani passano in vantaggio nei primi minuti ma la squadra di Del Neri reagisce e dopo il pareggio al termiendel primo tempo, dilaga nella ripresa. Reti di Sallai, Thereau, Zapata, De Paul e Jankto.

La Roma batte in casa il Sassuolo e mantiene la seconda posizione, insidiata dal Napoli ma, ancora una volta, in mano dei giallorossi, che contro gli emiliani prima passano in svantaggio e poi reagiscono alla grande grazie a una miglio prestazione della prima frazione. Reti di Defrel, Paredes, Salah e Dzeko.

Risultati

Torino-Inter 2-2; Milan-Genoa 1-0; Empoli-Napoli 2-1; Bologna-Chievo 4-1; Crotone-Fiorentina 0-1; Sampdoria-Juventus 0-1; Cagliari-Lazio 0-0; Atalanta-Pescara 3-0; Udinese-Palermo 4-1; Roma-Sassuolo.

Classifica

Juventus 73;Napoli 63; Roma 62; Lazio 57; Inter e Atalanta 55; Milan 53; Fiorentina 48; Sampdoria 41; Torino 40: Chievo 38; Udinese 36; Bologna 34; Cagliari 32; Sassuolo 31; Genoa 29; Empoli 22; Palermo 15; Crotone 14; Pescara 12.

Prossimo turno

Sassuolo-Lazio; Roma-Empoli; Torino-Udinese; Genoa-Atalanta; Fiorentina-Bologna; Palermo-Cagliari; Chievo-Crotone; Pescara-Milan; Napoli-Juventus; Inter-Sampdoria.

Le contemporanee vittorie di Juventus, Napoli e Roma, contro Milan, Crotone e Palermo, lasciano intatte le distanze fra le tre prime della classe, l’Inter invece stravince lo scontro diretto contro l’Atalanta e la scavalca in classifica strappandole la quarta posizione in classifica, a metà classifica si consolida la Sampdoria che batte il Genoa mentre inizia a preoccuparsi l’Empoli che, ancora una volta sconfitto, rimane matematicamente a portata di “mano” del Palermo, forse l’unica squadra delle ultime tre, ad avere ancora qualche chance di salvezza.

La Juventus supera il non facile ostacolo Milan e continua a marciare verso il suo settimo scudetto consecutivo, i rossoneri hanno opposto una valida resistenza e solo a pochi secondi dal termine, sul risultato in parità, hanno dovuto cedere a causa di un penalty accordato e che ha innescato proteste inutili. Reti di Benatia, Bacca e Dybala.

Il derby della lanterna fra Genoa e Sampdoria, oltre che alla supremazia cittadina, ai fini della classifica aveva ben poco valore. Hanno vinto i blucerchiati, che meglio messi in campo da Giampaolo ma soprattutto molto più determinati, hanno avuto la meglio su quelli messi in campo da Mandorlini, molto insicuri e rinunciatari. Il grifone non è riuscito a rimontare la rete subita causata da un grossolano errore difensivo, meritata la vittoria della Sampdoria che distacca i “cugini” di docici lunghezze. Rete di Muriel.

Fra Sassuolo e Bologna era in gioco assai poco e gli sbadigli di fine gara ne sono la prova certa, poche occasioni e poche emozioni per una partita che segnato la vittoria degli ospiti che ritrovano la vittoria dopo due mesi e raggiungono in classifica proprio il Sassuolo. Rete di Destro.

Lo scontro diretto fra Inter e Atalanta è nato e finito senza storia, i neroazzurri infatti seppeliscono sotto una valanga di reti gli orobici e, oltre a sorpassarli in classifica, confermano la forza fisica che sta permettendo agli uomini di Pioli di continuare il filotto di gare positive che sta portando i neroazzurri nei quartieri alti della classifica. Per gli uomini di Gasperini un inaspettato sto che non cancella di certo l’ottima posizione in classifica, anzi. Reti di Icardi (3), Banega (3), Gagliardini e Freuler.

La Fiorentina ritrova la vittoria a spese del Cagliari proprio all’ultimo minuto, la squadra gigliata aveva bisogno di tre punti per continuare a inseguire le milanesi per la lotta in chiave Europa e li conquista anche grazie a l’incapacità dei sardi che sotto rete hanno sbagliato troppo. Rete di Kalinic.

Il Napoli stravince contro il Crotone e fa finta di dimenticare la recente e cocente eliminazione in Champions League, i calabresi non hanno mai impensierito la retroguardia partenopea e paiono già rassegnati. Reti di Insigne (2) e Mertens.

Il Chievo batte l’Empoli con un rotondo quattro a zero e lo spinge verso i bassifondi della classifica, per i toscani si tratta della quinta sconfitta consecutiva figlia, forse, della manifesta inferiorità delle tre avversarie che la seguono in classifica. Reti di Inglese, Pellissier e Birsa.

Il Pescara prova a rimanere a galla ma contro l’Udinese rimedia l’ennesima sconfitta. Gli abruzzesi hanno subito la maggior grinta degli friulani e col passare dei minuti si sono sgretolati. Reti di Zapata, Jankto e Thereau.

Il Palermo perde in casa contro la Roma e non approfitta del passo falso dell’Empoli per poter accorciare la distanza da esso, che rimane ancora lontano a cinque punti, per i capitolini invece una vittoria toccasana che li conferma al secondo posto, a otto lunghezze dalla capolista. Reti di Dzeko, El Saarawy e Bruno Peres.

Continua la marcia positiva della Lazio che batte il Torino e, raggiungendo il quarto posto, supera in classifica l’Inter, continua quindi la striscia positiva della squadra di Inzaghi che alimenta la speranza di “agguantare” un posto d’onore in prospettiva Europa League. Reti di Lopez, Immobile, Felipe Andersone Keita.

Risultati

Juventus-Milan 2-1; Genoa-Sampdoria 0-1; Sassuolo-Bologna 0-1; Inter-Atalanta 7-1; Fiorentina-Cagliari 1-0; Napoli-Crotone 3-0; Chievo-Empoli 4-0; Pescara-Udinese 1-3; Palermo-Roma 0-3; Lazio-Torino 3-1.

Classifica

Juventus 70; Roma 62; Napoli 60; Lazio 56; Inter 54; Atalanta 52; Milan 50; Fiorentina 45; Sampdoria 41; Torino 39; Chievo 38; Udinese 33; Sassuolo, Cagliari e Bologna 31; Genoa 29; Empoli 22; Palermo 15; Crotone 14; Pescara 12.

Prossimo turno

Torino-Inter; Milan-Genoa; Empoli-Napoli; Bologna-Chievo; Crotone-Fiorentina; Sampdoria-Juventus; Cagliari-Lazio; Atalanta-Pescara; Udinese-Palermo; Roma-Sassuolo.

Il Napoli espugna l’Olimpico, batte la Roma e accorcia la classifica verso il vertice ma la sostanza rimane sempre la stessa, ossia la Juventus, che non va oltre al pari in casa dell’Udinese, si trova sempre ben salda al comando con ben otto punti dai giallorossi e nove dai partnopei, alle loro spalle fanno scintille Lazio, Atalanta, Inter e Milan, che continuano a macinare punti per giocarsi le posizioni Uefa che rimarranno disponibili. La Fiorentina, distaccata di otto punti dai rossoneri, sembra ormai fuori dai giochi. Il discorso retrocessione invece, dove Palermo, Crotone e Pescara stanno facendo il possibile ma raccolgono pochi, anzi, pochissimi punti, vede ora coinvolto anche l’Empoli, che sconfitto in casa dal Genoa (che in vista del derby conro la Sampdoria interrompe la serie negativa), potrebbe essere risucchiato nel vortice.

La Roma perde lo scontro diretto contro il Napoli e anche l’occasione di rosicchiare punti alla capolista. La squadra di Sarri oggi è apparsa più concreta e la vittoria è più che meritata, per la squadra di Spalletti invece, un inaspettato stop che l’allontana ulteriormente dai bianconeri. Reti di Strootman e Mertens (2).

Continua la serie positiva della Sampdoria che il liquida il disperato Pescara preparando così al meglio la prossima stracittadina contro il Genoa. Reti di Fernandes, Quagliarella, Schick e Cerri.

Il Milan continua a raccogliere punti e questa volta lo fa a danno del Chievo, che dopo il pareggio raggiunto su calcio di rigore, si era illuso, infatti nella ripresa i rossoneri legittimano il risultato con una prestazione convincente. Reti di Bacca (2), De Guzman e Lapadula.

Atalanta e Fioretina pareggiano al termine di una gara combattuta ma priva di episodi vincenti per sbloccarla, anche se per onor di cronaca, i padroni di casa al termine della partita contano un maggior possesso palla e qualche occasione da rete in èpiù della viola.

L’Empoli perde in casa contro il Genoa e rischia adesso di essere risucchiato nella lotta per non retrocedere, troppo poco quello che i toscani hanno messo in campo per far propria la partita, stesso discorso per i genoani che però, al contrario degli avversari, hanno trovato nei miniti finali la “doppia” via della rete che spezza la serie negativa. Reti di Ntcham e Hiljemark.

L’Inter travolge il Cagliari al Sant’Elia e prosegue la marcia verso i quarieri alti della classifica, i sardi hanno provato più volte e con volontà a mettere in difficoltà gli avversari ma le motivazioni dei neroazzurri erano sicuramente maggiori di quelle dei rossoblù. Reti di Borriello, Perisic (2), Banega, Gagliardini e Icardi.

L’Udinese riesce a imbrigliare i reparti della Juventus e conquista un punto d’oro per la classifica e il morale, i campioni d’Italia hanno sudato sette camicie per acciuffare il pareggio e, una volta conquistato, lo hanno difeso come “un punto d’oro”. Reti di Zapata e Bonucci.

Il Torino ritrova la via della vittoria a danno del Palermo, che dopo essere passato in vantaggio si era illuso, e non poco, infatti i granata hanno atteso fino al settantesimo prima di trovare le reti della vittoria. Reti di Belotti (3) e Rispoli.

Doppio zero quello fra Crotone e Sassuolo, un pareggio figlio di una partita senza colpi di scena e giocata molto mediocremente da entrambe le compagini, forse più incisivi i “pitagorici” che conquistano un punto che cambia di poco o niente la classifica.

La Lazio batte a domicilio il Bologna e conquista un meritatissimo quarto posto, a soli sei punti dai cugini laziali. Per il Bologna l’ennesimo stop che colloca la squadra di Donadoni in fondo alla classifica. Reti di Immobile (2).

Risultati

Roma-Napoli 1-2; Sampdoria-Pescara 3-1; Milan-Chievo 3-1; Atalanta-Fiorentina 0-0; Empoli-Genoa 0-2; Cagliari-Inter 1-5; Udinese-Juventus 1-1; Torino-Palermo 3-1; Crotone-Sassuolo 0-0; Bologna-Lazio 0-2.

Classifica

Juventus 67; Roma 59; Napoli 57; Lazio 53; Atalanta 52; Inter 51; Milan 50; Fiorentina 42; Torini 39; Sampdoria 38; Chievo 35; Sassuolo e Cagliari 31; Udinese 30; Genoa 29; Bologna 28; Empoli 22; Palermo 15; Crotone 14; Pescara 12.

Prossimo turno

Juventus-Milan; Genoa-Sampdoria; Sassuolo-Bologna; Inter-Atalanta; Fiorentina-Cagliari; Napoli-Crotone; Chievo-Empoli; Pescara-Udinese; Palermo-Roma; Lazio-Torino.

Mentre Juventus e Roma continuano a vincere, mantenendo intatta la distanza fra di esse, perde terreno il Napoli il quale, sconfitto in casa dall’Atalanta dei miracoli, adesso vede insidiata la terza posizione, quella valida per la Champions League, proprio dagli orobici, distanti solo tre punti, la Lazio batte l’Udinese, supera in classifica l’Inter e si candida per conquistare un posto Uefa, a metà classifica, praticamente nulla di invariato se non il passo falso in casa della Fiorentina che pareggiando contro il Torino si allontana, forse definitivamente, dalla zona Uefa, così come in fondo al gruppo dove Palermo, Crotone e Pescara continuano ad avvicinarsi alla serie cadetta.  

Nel primo anticipo della giornata si affrontano Napoli e Atalanta, i primi imbattuti da quattordici giornate e i secondi da cinque, hanno vinto, ma non sorprendentemente, “quelli” di Gasperini, che imbrigliano i partenopei fin dalle prime battute e con un gol per tempo conquistano tre punti che valgono la quarta posizione, a tre sole lunghezze proprio dagli azzurri. Reti di Caldara (2).

Una per mantenere il vantaggio sulle inseguitrici e l’altra per allontanarsi dalla terz’ultima posizione, Juventus ed Empoli hanno dato vita a un match tirato che ha visto il mezzo miracolo da parte dei toscani di andare al riposo sul pareggio, nella ripresa però i bianconeri premono sull’acceleratore e conquistano la vittoria. Reti di Skorupski e Alex Sandro.

Fra Palermo e Sampdoria, che si sono affrontate all’ora di pranzo, avevano più fame i siciliani che dopo avere chiuso la prima frazione in vantaggio, nella ripresa hanno tentato di legittimare il risultato ma una soporifera Samp ha trovato il (meritato) pareggio proprio allo scadere. Reti di Nestorovski e Quagliarella.

Interrompe la serie negativa il Genoa che, contro il Bologna anch’esso in serie out da cinque giornate, trova il meritato pareggio al termine di un secondo tempo giocato meglio dei felsinei, un pareggio che accontenta entrambe e le allontana dalla zona rossa. Reti di Ntcham e Viviani.

Come al solito il Crotone gioca meglio e passa in vantaggio, ma anche contro il Cagliari subisce prima il pareggio e poi la rete della sconfitta che rilega i calabresi in fondo alla classifica a ben nove punti dalla quart’ultima posizione, per i sardi invece un bel passo avanti verso la salvezza. Reti di Stoian, Joao Pedro e Borriello.

Il Sassuolo prova a bissare la vittoria dell’ultimo turno, ma contro il Milan alla fine tornano a casa con tre punti proprio i rossoneri, infatti la squadra di Montella ottiene più del dovuto e conquista una vittoria che gli permette di sperare ancora per un posto Uefa. Rete di Bacca.

Il Chievo gioca meglio e batte nettamente e senza troppa opposizione il Pescara, la squadra affidata a Zeman che sembra aver dimenticato di colpo la bella prestazione della domenica passata. Decidono le belle reti realizzare da Birsa e Castro.

Al termine di una partita scarsa di emozione, la Lazio batte l’Udinese e si tiene ben stretta la quinta posizione, veementi proteste a fine gara dei friulani per il dubbio calcio di rigore assegnato che ha deciso la partita. Rete di Immobile.

Inter e Roma alla ricerca della vittoria per dare corpo ai sogni, quello romanista per “blindare” la seconda posizione e quella interista per avvinare la terza. Nonostante la buona prova dei neroazzurri, i capitolini si dimostrano in eccellente forma rifilando tre reti agli avversari e rimanendo “unica” antagonista di chi guida la classifica. Reti di Nainggolan (2), Perotti e Icardi.

La Fiorentina non riesce ad andare oltre il pareggio e contro il Torino, oltre che ai fischi dei tifosi rimedia anche una brusca frenata verso la corsa a una posizione di classifica valida per partecipare alla prossima competizione europea. Recrimina il toro per aver fallito un calcio di rigore nella ripresa. Reti di Belotti (2), Saponara e Kalinic.

 

Risultati

Napoli-Atalanta 0-2; Genoa-Bologna 1-1; Crotone-Cagliari 1-2; Juventus-Empoli 2-0; Sassuolo-Milan 0-1; Chievo-Pescara 2-0; Inter-Roma 1-3; Palermo-Sampdoria 1-1; Fiorentina-Torino 2-2; Lazio-Udinese 1-0.

 

Classifica

Juventus 66; Roma 59; Napoli 54; Atalanta 51; Lazio 50; Inter 48; Milan 47; ; Fiorentina 41; Torino 36; Sampdoria e Chievo 35; Cagliari 31; Sassuolo* 30; Udinese 29; Bologna 28; Genoa 26; Empoli 22; Palermo 15; Crotone 13; Pescara 12.  

*Sassuolo 3 punti di penalizzazione

 

Prossimo turno

Milan-Chievo; Atalanta-Fiorentina; Empoli-Genoa; Cagliari-Inter; Udinese-Juventus; Bologna-Lazio; Roma-Napoli; Torino-Palermo; Sampdoria-Pescara; Crotone-Sassuolo.

 

Roma, Napoli e Juventus continuano a vincere a suon di reti e spettacolo ma la distanza tra i giallorossi e i bianconeri, a meno di un improvviso “svenimento” di questi ultimi non prevede sorprese di sorta, alle loro spalle continuano a vincere anche l’Atalanta dei miracoli e l’Inter di Pioli, che sorprendentemente e contro ogni pronostico si trovano adesso in quarta posizione, distaccata di un punto la Lazio, che con Inzaghi pare abbia trovato la quadratura del cerchio.

A metà classifica fanno la loro parte e bella figura Milan, Fiorentina e Sampdoria mentre fa scalpore l’ennesima sconfitta del Genoa, oggi umiliato addirittura dal Pescara, che sancisce la definitiva rottura fra allenatore, società e tifoseria. Fra le predestinate Palermo, Crotone e Pescara, ma non ancora condannate alla retrocessione, fanno punti solo gli adriatici che ottengono tre punti per il morale e basta.  

Nel primo anticipo della giornata, utile ai bianconeri per preparare al meglio la prossima sfida di Champions League, la Juventus “sgambetta” contro il Palermo, due gol per tempo senza tanta fatica valgono la vittoria finale per la squadra di Allegri che si avvicina al sesto scudetto consecutivo. Reti di Marchisio, Higuain, Dybala e Chochev.

Dopo la deludente partita contro il Real de Madrid, il Napoli affronta in trasferta il Chievo per dimenticare la batosta ma soprattutto per non compromettere anche l’andamento in campionato, alla fine hanno avuto ragione Sarri & Company che vincono nettamente su un campo non proprio facile. Reti di Meggiorini, Insigne, Hamsik e Zielinski.  

Vittoria di misura ma non per questo non importante quella ottenuta in casa dall’Atalanta contro il Crotone, gli orobici infatti continuano a volare in classifica mentre i calabresi rimangono fermi al penultimo posto, a una distanza dalla quartultima che diventa sempre più “pesante”. Rete di Conte.  

La Sampdoria non riesce a vincere la quarta partita consecutiva e contro il Cagliari deve accontentarsi di un pareggio, un punto meritato soprattutto per i sardi, che si lamentano per una rete annullata a fine gara, ma utile a entrambe per mantenere la buona posizione di classifica. Reti di Quagliarella e Isla.

Clamorosa vittoria del Pescara contro il Genoa, il neo allenatore Zeman rientra col botto e rispedisce a casa un grifone incerottato, infatti i rossoblù sembra abbiano smarrito il bel gioco di qualche tempo fa. Tre punti pesanti che ridanno, anche se forse troppo tardi, un po’ di fiducia all’ambiente adriatico. Reti di Orban, Caprari (2), Ahmed Benali e Cerri.

Il Bologna perde in casa contro l’Inter al termine di una partita ben giocata da ambo le parti e decisa a pochi minuti dal termine da un isolato gesto tecnico dei neroazzurri, continua quindi la rincorsa dei neroazzurri verso le posizioni alte della classifica. Rete di Gabriel.

Vittoria esterna della Lazio che batte l’Empoli e, in rimonta, esce dal Castellani con tre punti che permettono agli uomini di Inzaghi di rimanere in piena corsa per un posto Uefa, per i toscani nulla di invariato anche perché le tre squadre che la precedono continuano a fare peggio. Reti di Krunic, Immobile e Keita.

L’Udinese perde in casa contro il Sassuolo e viene sorpassato in classifica proprio dallo stesso avversario che dopo un periodo sfortunato e scarso di punti ritrova la vittoria e morale, per i friulani invece un inaspettato stop che non compromette la classifica. Reti di Fofana e Defrel (2).

La Roma batte il Torino e inanella un’altra sonante vittoria che serve a mantenere la seconda posizione alle spalle della capolista, una vittoria che ha evidenziato il momento di grazia che stanno attraversando i giocatori di Spalletti, pronti ad approfittare di un improbabile ma non escluso passo falso di chi la precede. Nulla hanno potuto oggi i granata contro “questa “ Roma. Reti di Dzeko, Salah, Paredes e Nainggolan.

In Milan contro Fiorentina c’erano in palio tre punti importantissimi per poter continuare a sperare in una qualificazione Uefa e ad aggiudicarsi l’importante posta è stata la squadra di Montella che ha approfittato della brutta serata dei viola per staccare in classifica proprio quest’ultima e continuare a sperare. Reti di Kucka, Deulofeu e Kalinic.

Risultati

Sampdoria-Cagliari 1-1; Atalanta-Crotone 1-0; Milan-Fiorentina 2-1; Pescara-Genoa 5-0; Bologna-Inter 0-1; Empoli-Lazio 1-2; Chievo-Napoli 1-3; Juventus-Palermo 4-1; Udinese-Sassuolo 1-2; Roma-Torino 4-1.

Classifica

Juventus 63; Roma 56; Napoli 54; Atalanta e Inter 48; Lazio 47; Milan 44; Fiorentina 40; Torino 35; Sampdoria 34; Chievo 32; Sassuolo* 31; Udinese 29; Cagliari 28; Bologna 27; Genoa 25; Empoli 22; Palermo 14; Crotone 13; Pescara 12.  

*Sassuolo 3 punti di penalizzazione

Prossimo turno

Napoli-Atalanta; Genoa-Bologna; Crotone-Cagliari; Juventus-Empoli; Sassuolo-Milan; Chievo-Pescara; Inter-Roma; Palermo-Sampdoria; Fiorentina-Torino; Lazio-Udinese.

Vincono tutte le prime della classe, quindi Juventus, Roma, Napoli, Inter e Atalanta rimangono ben salde dalla prima alla quinta posizione mentre Lazio e Milan, impegnate una di fronte all’altra, pareggiano e si staccano leggermente dal gruppone, a metà classifica, sotto alla Fiorentina che “umilia” l’Udinese, consolidano la loro bella posizione Torino e Sampdoria, che battono rispettivamente Pescara e Bologna, più in basso il Genoa continua a perdere punti e terreno, questa volta in casa contro il Sassuolo. In fondo al gruppo nulla di invariato, infatti le contemporanee sconfitte di Empoli, Palermo, Crotone e Pescara lasciano intatto lo scenario che le vede coinvolte nella lotta per non retrocedere.

Nel primo anticipo della giornata, il Napoli prepara la gara contro il Real Madrid affrontando il Genoa, reduce da una striscia di gare negative e, anche questa sera, non all’altezza della situazione, soprattutto contro il Napoli di questi tempi. Risultato quindi ovvio e a favore dei partenopei, che liquidano gli avversari col minimo sforzo, i rossoblù hanno giocato meglio la prima mezz’ora ma poi nulla più. Reti di Zielinski e Giaccherini.

Netta e meritata vittoria della Fiorentina che sulle ali dell’entusiasmo dovuto alle ultime brillanti prestazioni, batte in scioltezza l’Udinese e si piazza alle spalle del gruppo che corre per l’Europa, pronta ad affrontare lo sprint per conquistare, anch’essa, una posizione “Uefa”. Reti di Borja Valero, Babacar e Bernardeschi.

Contro il Crotone, che praticamente ha già un piede in serie B, la Roma inizia male e quando sbaglia un penalty verso metà della prima frazione, i fantasmi di una giornata storta hanno cominciato a confondere le idee dei giallorossi che però dopo qualche minuto di sbandamento pian pianino si sono ripresi fino a chiudere la gara in crescendo e conquistare l’intera posta per rimanere in scia della capolista. Reti di Nainggolan e Dzeko.

Il Palermo perde in casa contro la sorpresa l’Atalanta e mette da parte le poche possibilità che gli rimangono per poter sperare di salvarsi, vittoria strameritata degli orobici che conquistano un prestigioso quinto posto che conferma la forza fisica e tecnica della squadra di Gasperini. Reti di Chochev, Conti, Gomez e Cristante.

Al termine di novanta minuti combattuti e su un terreno pesante causa pioggia, la Sampdoria batte il Bologna e consolida una ottima posizione di mezza classifica, la squadra di Gianpaolo va sotto nella prima frazione e solo a pochi minuti dal termine riesce a segnare tre reti e conquistare l’intera posta. Reti di Muriel, Schick, Mbaye (aut.) e Dzemail.

Il Sassuolo perde in casa contro il Chievo e butta alle ortiche il buono e promettente inizio di partita, dove prima è passato in vantaggio e poi, quando era alla ricerca del raddoppio, a causa di una espulsione rimane in dieci e concede ai clivensi la possibilità di organizzarsi e portare a casa l’intera posta. Reti di Matri e Inglese (3),

Continua l’imperterrita marcia dell’Inter che batte in casa l’Empoli e si conferma in quinta posizione, in piena zona Uefa, la squadra di Pioli continua così a risalire la classifica mettendosi alle spalle il bruttissimo inizio di stagione, per i toscani una pesante sconfitta che li condanna a soffrire in chiave salvezza. Reti di Eder e Candreva.

Spettacolo e reti fra Torino e Pescara, i granata giocano in scioltezza e trovano per ben cinque volte la via della rete, ma gli abruzzesi non ci stanno e nel giro di pochi minuti accorciano per tre volte riaprendo il risultato, che però rimane invariato fino al termine della partita. Reti di Falque, Ajeti, Belotti (2), Ljajic, Benali (2) e Ajeti (aut.).

La Juventus espugna anche il campo del Cagliari e consolida il primato in classifica, i sardi hanno provato a infastidire la “signora”, capace però di addormentare la gare e ripartire con improvvise e micidiali verticalizzazioni che hanno determinato il risultato finale. Reti di Higuain (2).

Un tempo per ciascuna e Lazio e Milan non vanno oltre il pareggio, meglio i padroni di casa che alla fine contano un maggior possesso palla e molte più occasioni da rete rispetto gli avversari, ma bene anche i rossoneri che prima si difendono e a pochi minuti dal termine concretizzano una maggior freschezza fisica. Reti di Biglia e Suso.

Risultati

Palermo-Atalanta 1-3; Sampdoria-Bologna 3-1; Sassuolo-Chievo 1-3; Inter-Empoli 2-0; Napoli-Genoa 2-0; Cagliari-Juventus 0-2; Lazio-Milan 1-1; Torino-Pescara 5-3; Crotone-Roma 2-0; Fiorentina-Udinese 3-0.

Classifica

Juventus 60; Roma 53; Napoli 51; Inter e Atalanta 45; Lazio 44; Milan 41; Fiorentina 40; Torino 35; Sampdoria 33; Chievo 32; Udinese 29; Sassuolo*, Cagliari e Bologna 27; Genoa 25; Empoli 22; Palermo 14; Crotone 13; Pescara 9.  

*Sassuolo 3 punti di penalizzazione

Prossimo turno

Sampdoria-Cagliari; Atalanta-Crotone; Milan-Fiorentina; Pescara-Genoa; Bologna-Inter; Empoli-Lazio; Chievo-Napoli; Juventus-Palermo; Udinese-Sassuolo; Roma-Torino.

Nulla di invariato in vetta alla classifica del campionato di massima serie: vince la Juventus, che batte l’Inter al termine di una partita nervosa e tesa, stravince il Napoli che umilia il Bologna in casa propria seppellendolo sotto sei reti, vince la Roma che batte alla grande la Fiorentina e vince pure la Lazio, anch’essa in vena di goleada a Pescara. Ancora una vittoria per l’Atalanta, che batte il Cagliari e si conferma prepotentemente in quinta posizione. Alle spalle di questo folto gruppo, si fa largo la Sampdoria che batte il Milan a San Siro e il Sassuolo, che batte il Genoa a domicilio togliendosi da una posizione “imbarazzante”. Continuano a perdere partita e terreno Pescara e Crotone, quest’ultimo battuto dal Palermo che ora cerca, anche se quasi impossibile, di avvicinare l’Empoli, distante otto punti.  

Clamorosa e pesante sconfitta interna del Bologna, sovrastato sul proprio terreno da un Napoli che mai fino a questa sera, aveva segnato la bellezza di sette reti in trasferta. Partenopei sempre in partita e pronti a dimostrare di essere in piena regola per giocarsi il tricolore fino in fondo. Reti di Hamsik (3), Mertens (3), Insigne e Torosidis.

La Sampdoria espugna San Siro e infligge al Milan una pesante sconfitta che ferma momentaneamente i sogni europei di Montella, gioca meglio la squadra di Gianpaolo che fin dalle prime battute mette in difficoltà gli avversari, dimostrandosi ben messa in campo e consapevole delle proprie possibilità. Rete di Muriel.

L’Atalanta bette agevolmente il Cagliari e continua a sognare l’Europa, la squadra di Gasperini non ha mai corso seri pericoli contro una squadra decimata da troppe assenze e, oggi, in scarsa vena agonistica. Reti di Gomez (2).

La Lazio passa anche a Pescara grazie a una goleada che difficilmente si dimenticherà, i biancoazzurri romani soffrono leggermente nella prima frazione quando i padroni di casa raggiungono il pareggio, nella ripresa poi l’ovvia differenza tecnica esce e il risultato finale ne è testimone. Reti di Parolo (4), Immobile, Keita e Brugman.  

Fra Genoa e Sassuolo non c’era in palio nulla se non la faccia e l’onore, alla fine hanno avuto la meglio gli uomini di Di Francesco che, anche grazie alla scarsa forma dei grifoni, ottengono tre punti che valgono il sorpasso proprio dei rossoblù. Rete di Pellegrini.

Il Torino voleva vincere a Empoli per ritrovare il morale e qualche punto ma alla fine non è stato capace di andare oltre il pareggio, a fine gara i granata recriminano per un penalty fallito ma la vittoria non sarebbe stata meritata da nessuna delle due squadre. Reti di Pucciarelli e Belotti.

Pareggio a reti bianche fra Chievo e Udinese, giusto epilogo di una partita giocata a ritmo “sbadigli” dove le emozioni si sono contate sulle punta di una sola mano.

Scontro della disperazione quello disputato fra Palermo e Crotone infatti per entrambe, “quasi” condannate alla retrocessione, solo una vittoria potrebbe ancora alimentare la speranza della matematica. Tre punti d’oro conquistati dai siciliani che difendono coi denti una rete segnata nella prima frazione. Rete di Nestorovski.  

Il derby d’Italia, ossia Juventus contro Inter, era una sfida importante, soprattutto per i neroazzurri che andavano alla ricerca dell’ottava vittoria consecutiva. Invece la Juventus, pur soffrendo più del solito riesce a realizzare la rete del vantaggio e mantenerla fino al termine, quel tanto che basta a rimanere ben salda in testa alla classifica. Rete di Cuadrado.

In casa e contro la Fiorentina, la Roma andava alla ricerca di quella vittoria per tenere il passo della capolista e continuare a sperare in un futuro aggancio-sorpasso, la viola invece, era alla ricerca di punti validi ad alimentare le speranze Uefa, obiettivo raggiunto dalla squadra di Spalletti che gioca bene e da spettacolo, male la viola praticamente mai entrata in partita. Reti di Dzeko (2), Fazio e Nainggolan.   

 

Risultati

Atalanta-Cagliari 2-0; Palermo-Crotone 1-0; Roma-Fiorentina 4-0; Juventus-Inter 1-0; Pescara-Lazio 2-6; Bologna-Napoli 1-7; Milan-Sampdoria 0-1; Genoa-Sassuolo 0-1; Empoli-Torino 1-1; Chievo-Udinese 0-0.

 

Classifica

Juventus* 54; Napoli 48; Roma 50; Lazio 43; Inter* e Atalanta 42; Milan e Fiorentina 37; Torino 32; Sampdoria 30; Udinese e Chievo 29; Sassuolo *, Cagliari e Bologna* 27; Genoa 25; Empoli 22; Palermo 14; Crotone* 13; Pescara 9.  

*Sassuolo 3 punti di penalizzazione

*Crotone, Juventus, Milan e Bologna una gara in meno.

 

Prossimo turno

Palermo-Atalanta; Sampdoria-Bologna; Sassuolo-Chievo; Inter-Empoli; Napoli-Genoa; Cagliari-Juventus; Lazio-Milan; Torino-Pescara; Crotone-Roma; Fiorentina-Udinese.

Mentre continua imperterrita la marcia della Juventus, che deve anche recuperare una partita, la Sampdoria ferma la Roma e, forse, anche i suoi sogni tinti di tricolore, stesso discorso per il Napoli, che non riesce a battere in casa il Palermo e agganciare i giallorossi al secondo posto, alle spalle di questo trio si avvicina l’Inter che dopo avere inanellato un filotto vincente di otto gare, adesso insidia le “posizioni” Champions League. Si fermano Lazio e Milan, battute da Chievo e Udinese mentre in fondo alla classifica, al contrario del Pescara e Palermo che continuano a perdere o pareggiare, il Crotone vince contro l’Empoli alimentando una piccola speranza di salvezza.

Importante e clamorosa vittoria del Chievo che batte la Lazio all’Olimpico fermando la striscia positiva che ha portato i bianco celesti ai vertici della classifica, i clivensi riescono a portare a casa l’intera posta grazie all’unico tiro in porta e a pochi secondi dal termine, i padroni di casa invece, sprecano un numero incredibile di palle gol e pagano salato il conto finale. Rete di Inglese.

Settima vittoria consecutiva dell’Inter che bette nettamente il Pescara e si porta in posizione di classifica del tutto rispettabile, per gli adriatici l’ennesima sconfitta che non peggiora la già critica situazione di classifica. Reti di D’ambrosio, Joao Mario ed Eder.

Torino e Atalanta si sono affrontate a viso aperto e alla fine di novanta minuti tiratissimi il pareggio sembra essere il risultato più giusto e mentre i granata non riescono più a trovare la vittoria gli orobici continuano il loro strepitoso cammino. Reti di Falque e Petagna.

Al termine di una partita ricca di emozioni e colpi di scena, il Cagliari acciuffa il pareggio in extremis anche grazie alla doppia espulsione di due giocatori felsinei che non permettono al Bologna di mantenere il vantaggio conquistato nei minuti iniziali della partita. Reti di Destro e Borriello.

Il Crotone batte l’Empoli sul terreno amico e rosicchia tre punti proprio ai toscani che la precedono in classifica, ora distanti “solo” otto lunghezze, una boccata d’ossigeno che permette ai calabresi di mantenere accesa la fievole speranza della salvezza. Reti di Stoian, Falcinelli (3) e Mchedlidze.

Il Genoa ritrova l’orgoglio di un tempo e contro la Fiorentina prima soffre e poi riesca a strappare un pareggio meritato, la viola sperava in una vittoria per poter avvicinare la zona nobile della classifica ma i rossoblù riescono a controbattere colpo su colpo e conquistare un prezioso punto. Reti di Ilicic, Chiesa, Kalinic, Simeone (2) e Hiljemark.  

Come spesso accade negli ultimi tempi, la Juventus chiude la partita nella prima frazione e vive di rendita nella ripresa, così come è successo contro il Sassuolo che nella ripresa prova a rimediare ma, contro una squadra così bene organizzata, senza successo. Reti di Higuain e Khedira.

Entrambe alla ricerca della prima vittoria dell’anno, Udinese e Milan giocano ad armi pari e forse il pareggio sarebbe stato più giusto, ma i friulani, che giocano con più determinazione, ottengono l’intera posta e fanno un bel passo avanti in classifica. Reti di Thèrèau, De Paul e Bonaventura.

La Sampdoria batte la Roma e conquista tre punti che fanno assai bene al suo morale e a quello della sua tifoseria, gli uomini di Gianpaolo riescono a non deconcentrarsi quando i giallorossi passano in vantaggio e per ben due volte, prima li rimontano e alla fine trovano la rete della vittoria che premia tutti i loro sforzi. Reti di Praet, Schick, Muriel, Bruno Peres e Dzeko.

Contro il Napoli, il Palermo ha provato a giocarsi con tutte le sue forze le ultime speranze per conquistare punti salvezza, una ardua impresa che non è andata in porto per il rotto della cuffia, infatti i siciliani sono passati in vantaggio nei primi minuti della partita e, dopo avere resistito al ritorno dei partenopei, hanno subito il pareggio a pochi minuti dal termine, grazie a un grossolano errore del proprio portiere. Reti di Mertens e Nestorovski.

 

 

Risultati

Torino-Atalanta 1-1; Cagliari-Bologna 1-1; Lazio-Chievo 0-1; Crotone-Empoli 4-1; Fiorentina-Genoa 3-3; Sassuolo-Juventus 0-2; Udinese-Milan 2-1; Napoli-Palermo 1-1; Inter-Pescara 3-0; Sampdoria-Roma 3-2.

Classifica

Juventus* 51; Roma 47; Napoli 45; Inter* 42; Lazio 40; Atalanta 39; Milan 37; Fiorentina* 34; Torino 31; Udinese e Chievo 28; Sampdoria, Cagliari e Bologna* 27; Genoa 25; Sassuolo 24*; Empoli 21; Crotone* 13; Palermo 11; Pescara* 9;  

*Sassuolo 3 punti di penalizzazione

*Crotone, Juventus, Milan, Bologna, Fiorentina e Pescara una gara in meno.

Prossimo turno

 

Atalanta-Cagliari; Palermo-Crotone; Roma-Fiorentina; Juventus-Inter; Pescara-Lazio; Bologna-Napoli; Milan-Sampdoria; Genoa-Sassuolo; Empoli-Torino; Chievo-Udinese

© 2022 FlipNews All Rights Reserved